A- A+
Roma
Da Leopardi a De Filippo: con Lina Sastri la poesia a teatro diventa musica

Con Lina Sastri la poesia a teatro diventa musica: il 9 maggio l'attrice e cantante napoletana porta sul palco del Brancaccio i suoi versi, insieme a citazioni di Ortese, Serao, De Filippo, Merini e Leopardi, in “Pensieri all'improvviso”.

 

I pensieri spesso sono brevi sprazzi di luce e ombre del cuore; a volte nascono spontaneamente in versi, così all’improvviso. E si intitola proprio “Pensieri all’improvviso. Poesia in musica. Cantata del prima e del dopo” lo spettacolo di teatro-canzone che Lina Sastri porterà in scena al Teatro Brancaccio di Roma la sera del 9 maggio, ispirato al suo omonimo libro di poesie. In prima assoluta dopo il debutto al Napoli Teatro Festival del luglio 2018, l’artista interpreterà suoi testi e composizioni in versi, oltre a brevi citazioni da scritti poetici e letterari di Alda Merini, Matilde Serao, Anna Maria Ortese, Eduardo De Filippo e Giacomo Leopardi. E anche le musiche saranno quelle dei “poeti musicanti”, dei cantastorie del nostro tempo: da Pino Daniele a Lucio Dalla, da De Gregori a qualche sorpresa.

I pensieri in versi che Lina Sastri reciterà sul palcoscenico parlano di ferite d’amore e dell’anima, di dolore e speranza, ma anche di gioie improvvise. Sono stati d’animo, scanditi in sette capitoli ideali: dal prologo del chi sono io adesso, al chi ero; dalla ferita d’amore, alla nostalgia d’amore, “al mio paese, al mare, al saluto finale”. Il sottotitolo è “cantata del prima e del dopo”. Il “prima” e “dopo” servono a segnare il tempo dell’anima: quando le cose si sentono, in modo diverso: con maggiore passione forse il “prima”, ma con profondo amore, dolore e pietà, il “dopo”. Sul palcoscenico, dove campeggiano un grande dipinto e una scultura del maestro Alessandro Kokocinski, la musica scandisce i tempi del respiro del cuore. Ogni tanto il canto. In scena con Lina Sastri cinque musicisti di formazione classica: al pianoforte Ciro Cascino, alla chitarra classica Maurizio Pica, alla chitarra Filippo D’Allio, al contrabasso Luigi Sigillo e Gennaro Desiderio al violino. Direzione musicale e arrangiamenti sono di Maurizio Pica; mentre ideazione, drammaturgia e regia sono della stessa Lina Sastri.

Commenti
    Tags:
    lina sastriattricecantantepoesiamusicateatro brancaccioromaversileopardide filippo
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Coronavirus, parla Bertolaso: “Dobbiamo abituarci, prepariamoci alla siccità"

    Coronavirus, parla Bertolaso: “Dobbiamo abituarci, prepariamoci alla siccità"

    i più visti
    i blog di affari
    Provvedimenti Coronavirus. Esposto di Berni Ferretti contro Conte e Speranza
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    L'Associazione Imprenditori Europei chiede ad Attilio Fontana aiuto per le PMI
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Switcho, la startup che digitalizza il vecchio mondo delle utenze
    di Francesco Epifania

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.