A- A+
Roma
De Vito dai pm respinge le accuse: "Non sono corrotto, M5S unito sullo Stadio"
Marcello De Vito

Marcello De Vito, indagato per corruzione nell'inchiesta stadio della Roma, parla spontaneamente ai pm: “Non sono un corrotto né una persona corruttibile. Tutte le decisione prese sullo stadio sono state condivise dall'intero gruppo M5S”.

 

Due ore di dichiarazioni spontanee ai pm per Marcello De Vito, l'ex presidente dell'assemblea Capitolina arrestato lo scorso 20 marzo per corruzione nell'inchiesta sullo stadio dell'AS Roma a Tor di Valle.

“De Vito non è né un corrotto né una persona corruttibile", riferiscono i suoi difensori Angelo Di Lorenzo e Guido Cardinali fuori dal carcere di Regina Coeli. "De Vito - spiegano gli avvocati - ha fornito chiarimenti agli inquirenti spiegando nel dettaglio i vari passaggi della procedura che ha portato poi alla delibera sul nuovo stadio della Roma. Il nostro assistito ha precisato inoltre che sul progetto Stadio le decisioni sono state sviluppate e condivise dall'intero gruppo del M5S".

Commenti
    Tags:
    marcello de vitode vito arrestatom5sassemblea capitolinaaccusepmregina coelistadio romator di vallecorruzione



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Covid, il referendum contro il green pass è una pessima strada da seguire
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    PROGETTI PER LE CITTA’ E PER LA TUTELA DELLA VISTA
    Boschiero Cinzia
    Green Pass, Italia modello del golpe globale del Leviatano tecnosanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.