A- A+
Roma
Dossier M5S sulle olimpiadi: “Non ipotechiamo il futuro per i palazzinari”

No alle Olimpiadi perché “non ipotechiamo il futuro di Roma per far guadagnare i soliti palazzinari”.

Il claim che accompagnerà la chiusura della conferenza stampa è già in giro da martedì sera, quando Virginia Raggi e Daniele Frongia, i due che in Campidoglio “decidono”, hanno convocato la riunione plenaria nella quale si è discusso con i tecnici di come uscire dall'impasse Olimpiadi, senza tradire il mandato dei cittadini e soprattutto senza cedere al “Palazzinaro” per eccellenza.
Così sul tavolo sono finiti una serie di documenti che analizzano le Olimpiadi sotto i due aspetti principali: quello sportivo e quello urbanistico.

E quando si è arrivati alla Città dello Sport e alla ricostruzione storica dello “sperpero”, il documento è stato impietoso e si è concluso con  “A ottobre del 2014 l'associazione Codacons chiede a Comune di Roma e Regione di demolire l'opera. Ad oggi la "Città dello Sport" è, una città fantasma abbandonata, incompleta e in disuso”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
olimpiadi romaroma 2024giochi olimpicim5svirginia raggidaniele frongiacittà dello sport tor vergatafrancesco gaetano caltagirone



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.