A- A+
Roma
Emergenza alluvioni, Raggi annuncia tavolo con l'Autorità bacino del Tevere

Rischio alluvioni e allagamenti: Raggi prende sul serio l'allarme lanciato dall'Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino centrale e annuncia un tavolo istituzionale per prevenire rischi idrogeologici.

 

Riunione al Campidoglio tra gli assessori alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari, all'Urbanistica Luca Montuori e alle Infrastrutture Margherita Gatta e il capo della Protezione Civile di Roma Capitale Diego Porta. Tra i temi affrontati, quello delle strategie a tutela del territorio e per prevenire il rischio di allagamenti, con particolare attenzione al fiume Tevere.
"Stiamo lavorando per rendere attuabili progetti già esecutivi e mettere in sicurezza in particolare il territorio del X Municipio. La difesa idraulica, la prevenzione del rischio, la rinaturalizzazione del territorio capitolino nonché la valorizzazione del Tevere sono una priorità", ha sottolineato Raggi.


Il monito arrivato per mezzo delle parole del segretario generale dell'Autorità di bacino Erasmo D'Angelis, d'altronde non poteva essere ignorato. Lo scorso 21 settembre D'Angelis aveva inviato una lettera urgente al sindaco di Roma, al capo del Dipartimento della Protezione civile, al ministro dell'Ambiente, al governatore del Lazio e al prefetto di Roma per sottolineare i rischi del territorio della Capitale. Il pericolo di allagamenti, secondo i dati dell'Autorità di bacino è reale e coinvolge 250mila cittadini romani.  Le zone più a rischio sono Ostia e Fiumicino ma anche Torrino, Statuario, Tor Sapienza e Prima Porta: la minaccia è che diventino dei laghi alla prima alluvione anche in presenza di precipitazioni nella norma. “All'effetto urbanizzazione con l'occupazione di spazi di esondazione naturale dei corsi d'acqua, si sono aggiunte criticità dovute allo stato di grave degrado e mancanza o carenza di manutenzione del reticolo idrografico minore dell'ambito metropolitano. Siamo a livelli inaccettabili e molto preoccupanti all'inizio della stagione autunnale" chiava D'Angelis nella missiva.


Ora il Campidoglio si dice pronto a rimboccarsi le maniche per prevenire catastrofi preannunciate.
Un lavoro coordinato è l'unica strada da intraprendere per risolvere una delle problematiche maggiori, ovvero la sovrapposizione delle competenze che non aiuta realmente a dare un contributo effettivo al territorio. Per questo è utile un tavolo interistituzionale che metta insieme un lavoro che punti da un lato a risolvere le emergenze e dall'altro ponga le basi per una tutela del territorio in prospettiva", ha dichiarato Raggi dopo l'incontro.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
emergenzaalluvionitevereautorità di bacino distrettuale dell'appennino centraleerasmo d'angelisvirginia raggitavolomargherita gattapinuccia montanariluca montuori



Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

i più visti
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.