A- A+
Roma
Europee, l'astensione anche sui social: su Facebook i politici fanno flop

I topic legati alle elezioni riscuotono scarso interesse su Facebook. Anche in un periodo in cui una insolita concentrazione di eventi elettorali a livello globale sta ridisegnando il futuro del Pianeta per gli anni a venire.

È quanto emerge da un nuovo studio in preprint disponibile pubblicamente su ArXiv, a firma del team di ricerca coordinato da Walter Quattrociocchi, del Centro per la Data Science e la complessità per la società presso il Dipartimento di Informatica della Sapienza Università di Roma, che dà conto delle dinamiche dei produttori di contenuti e degli utenti di Facebook, in mesi di ripetute elezioni attorno al globo.

"Copertura mediatica social impressionante scarso interesse"

“Sorprendentemente - ha chiarito Quattrociocchi – a fronte di una copertura mediatica generale impressionante degli eventi elettorali, gli utenti di Facebook si sono dimostrati scarsamente interessati alle questioni del voto”. Particolarmente poco attrattivi sono stati i post dei politici rispetto a quelli degli organi di stampa, probabilmente a causa dei noti fenomeni di segregazione che toccano chi utilizza i social.

"La pagina di un politico, improbabile"

“È facile capire -ha continuato Quattrociocchi- che mentre la pagina di una testata poteva occasionalmente ricevere le interazioni di utenti anche di camere d’eco non allineate a quella della testata stessa, questa eventualità era molto più improbabile per la pagina di un politico”.

I numeri dello studio de La Sapienza

Si prevede che nel solo 2024 metà della popolazione mondiale parteciperà ad una elezione, offrendo un'opportunità unica per studiare la diffusione delle informazioni online e il comportamento degli utenti. Lo studio ha indagato il panorama mediatico sui social media analizzando i post su Facebook di partiti politici e dei principali media in Europa, Messico e India in un periodo che va dal primo settembre 2023 al primo maggio 2024. Più di 4,2 milioni di post analizzati; 508 profili di mezzi di informazione; 366 profili di partiti politici; 31 Paesi nel mondo considerati: sono alcuni degli impressionanti numeri del lavoro degli autori.







Pnrr, la santa alleanza tra Intesa San Paolo e la romana Acea: vale 20 mld di euro

Pnrr, la santa alleanza tra Intesa San Paolo e la romana Acea: vale 20 mld di euro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.