A- A+
Roma
Evade da Rebibbia, ritrovato dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

Era evaso dal carcere romano di Rebibbia il 16 agosto scorso, approfittando di una trasferta per accertamenti all'ospedale Sandro Pertini. Vincenzo Sigigliano, 47anni, che stava scontando su mandato della procura generale di Brescia una pena di oltre 7 anni per truffa e falso, è stato individuato e arrestato dalla Squadra Mobile di Napoli a Melito, in un appartamento di via Arno.

 

L'uomo si era nascosto a casa di una parente, Maria Crisanti, 44 anni, vedova di Davide Tarantino, scomparso nell’ambito di dinamiche epurative interne del clan Amato-Pagano nel febbraio 2016 e ritrovato cadavere nell’agro giuglianese due anni dopo. Il figlio della donna, Giuseppe Tarantino di 24 anni, è stato arrestato per procurata inosservanza di pena e verrà giudicato domani con rito direttissimo.

Commenti
    Tags:
    evaso rebibbialatitanzavincenzo sigiglianoparenterebibbia







    Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza

    Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza

    
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.