A- A+
Roma
Fase 3: Regione Lazio e Roma in accordo sui piani di zona. Confapi applaude

Fase 3: Regione Lazio e Comune di Roma trovano l'accordo sugli investimenti per i “piani di zona”. E al più presto potrebbero ripartire i cantieri.

Soddisfazione per il protocollo d'intesa tra Regione Lazio e Comune di Roma per i piani di zona e sugli investimenti annunciati dalla Regione Lazio. “Ma ora il Comune di Roma faccia la sua parte, investendo immediatamente tutte le somme disponibili, ma soprattutto consentendo l'immediato cantieramento di tutte le iniziative private possibili”, sostengono CONFAPI Lazio e ANIEM Lazio. Le Associazioni sottolineano i dati allarmanti di marzo e aprile: a marzo un 50% di crollo delle ore lavorate nel settore edile e ad aprile i dati non potranno che essere peggiori.

"La collaborazione fra Istituzioni Comune e Regione ha prodotto un eccellente risultato, con l'investimento della Regione Lazio di circa 50 milioni di Euro finalizzati al completamento delle urbanizzazioni di alcuni piani di zona", dice Matteo D'Onofrio, Presidente di ANIEM Lazio.

“Tale investimento continua D'Onofrio darà un triplice beneficio: il completamento di opere indispensabili e da lungo tempo attese dai cittadini; l'immissione immediata nell'economia reale della città di un importo economico importante subito cantierabile, utilissimo per il riavvio dell'economia, che consentirà anche di sostenere il mantenimento dei posti di lavoro nel settore dell'edilizia, il vero problema sociale a partire dal mese di settembre. I dati del nostro ente bilaterale Edilcassa del Lazio ci dicono che a marzo abbiamo avuto un 50% di crollo delle ore lavorate nel settore e ad aprile i dati non potranno che essere peggiori. È indispensabile che ora anche l'Amministrazione Comunale faccia la propria parte, investendo immediatamente tutte le somme disponibili, ma soprattutto consentendo l'immediato cantieramento di tutte le iniziative private possibili; ciò non passa esclusivamente per lo sblocco di singoli permessi di costruire, ma attraverso una radicale revisione delle disposizioni locali vigenti che normano la rigenerazione e la riqualificazione urbana”.

Grande apprezzamento alle iniziative della Regione Lazio giunge anche da Massimo Tabacchiera, Presidente di CONFAPI Lazio, che afferma: "Un grande lavoro da parte della Regione Lazio che rende immediatamente operativi 2 miliardi di euro, utilizzando tutti i fondi disponibili per le infrastrutture, oltre a 4,8 miliardi di euro derivanti dall'Ecobonus per un grande intervento di riqualificazione del patrimoni ATER. Il nostro plauso al Presidente Zingaretti che ha compreso che la tempestività dell'agire è determinante per garantire la tenuta del sistema economico occupazionale della nostra regione". 

Commenti
    Tags:
    fase 3ripresa economicaconfapipiani di zonaregione laziocomue di romaurbanizzazioneinvestimenti romaopere urbanizzazionemassimo tabacchieramatteo d'onofrio



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.