A- A+
Roma
Follia ultrà Lazio, scacco agli Irriducibili: 44 Daspo agli amici di Diabolik

Follia ultrà Lazio, scacco agli Irriducibili: sono 44 i Daspo emessi dal Questore di Roma nei confronti dei capi della tifoseria biancocelesti, tutti amici di “Diabolik” Fabrizio Piscitelli, il “boss” della Curva Nord ucciso a colpi di pistola su una panchina del Parco degli Acquedotti il 7 agosto del 2019.

Il provvedimento riguarda i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nel novembre 2019 al termine dell’operazione “Grande Raccordo Criminale”. Gli investigatori avevano portato alla luce un nuovo e complesso sistema di spaccio nella capitale e un’organizzazione criminale al cui vertice c'era proprio Fabrizio Piscitelli e il suo braccio destro, il broker Fabrizio Fabietti.

Il provvedimento Daspo del Questore di Roma, che impedisce di andare allo stadio, ha raggiunto personaggi di età compresa tra i 24 e i 61 anni. Due Daspo sono della durata di un anno; 32 della durata di 2 anni; 7 della durata di 3 anni; uno della durata di 5 anni. Inoltre, per due esponenti degli ‘Irriducibili’, Ettore Abramo, detto “Pluto” e Aniello Marotta, è stato prolungato il periodo di Daspo per la durata massima di 10 anni con obbligo di firma.

Dalle indagini condotte dalla Polizia di Stato a seguito dell’omicidio di Fabrizio Piscitelli è emerso un giro di droga che riforniva buona parte della capitale: da Ostia alla Romanina, da San Basilio a Roma nord.

La banda, inoltre, utilizzava gruppi di picchiatori quando qualcuno non pagava i debiti, reclutati tra pugili albanesi (da sempre la manovalanza dei Senese) e ultras degli Irriducibili. Le indagini del Gico della Guardia di Finanza di Roma avevano evidenziato un’alleanza criminale tra Piscitelli e Fabietti, nata dalla fusione di due mondi: da un lato c’erano i narcos del gruppo Fabietti di Tor Bella Monaca e dall’altro Fabrizio Piscitelli e il suo gruppo di picchiatori, alcuni dei quali appartenenti al mondo degli Irriducibili della Lazio, temuti e rispettati a Roma. Tra gli arrestati accusati di traffico di droga finirono anche Ettore Abramo e Aniello Marotta, esponenti ultrà degli Irriducibili, conosciuti  per l’episodio dell’incendio della vettura della polizia municipale in occasione della finale di Coppa Italia “Lazio – Atalanta” del 15 maggio 2019, che portò ad una guerriglia e scontri con le forze dell’ordine.

Il Questore di Roma, sulla scorta degli accertamenti svolti dagli agenti della Divisione Polizia Anticrimine, diretta da Angela Altamura, ha emesso, 44 Daspo “Fuori Contesto”: si tratta della più recente misura di prevenzione atipica che, estendendone il campo di applicazione, consente all’autorità di pubblica sicurezza di negare l’accesso alle manifestazioni sportive a chi si sia reso responsabile di gravi fatti di reato che si sono verificati al di fuori dell’ambito sportivo o che non siano necessariamente ricollegabili ad esso.

Commenti
    Tags:
    ultrà laziolazioss laziodiabolikdiabolik piscitellifabrizio piscitellidasporaccordo criminaleirriducibiliirriducibili lazio


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Vaccino, il piano segreto di Mario Draghi
    Germania, nuovo picco di contagi nonostante lockdown e vaccini
    Sondaggio Ghisleri, Giorgetti alle stelle. Crolla Mario Draghi

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.