A- A+
Roma
Gioca alla video lottery con i soldi del ministero: funzionario in manette

Funzionario del Ministero della Salute con il vizio del gioco, rimborsi spese gonfiati per giocarsi i soldi alle slot machine di Roma. Nei suoi conti beni per i min e 400mila euro: arrestato per peculato. Sequestrati conto corrente e immobili per il valore di circa 200mila euro.

 

Le indagini delle fiamme gialle sono scattate in seguito ad approfondimenti antiriciclaggio, relativi a transazioni finanziarie "anomale". È così emerso che il dipendente aveva ideato un piano, pur nella sua semplicità, insegnoso: una volta ricevute le fatture dalle società che avevano reso servizi al Ministero, provvedeva a falsificarle, inserendo nei mandati di pagamento il proprio Iban bancario invece di quello del reale beneficiario. Quindi curava in prima persona la pratica amministrativa, seguendola nel relativo iter e interloquendo spesso con i vari uffici ministeriali, presso i quali godeva di fiducia e credibilità visto che era il principale referente per tali trattazioni. In altri casi, produceva giustificativi di spesa relativi a missioni in realtà mai svolte, delle quali, grazie alla sua consolidata conoscenza della "macchina ministeriale", riusciva comunque a ottenere la liquidazione. Gli importi illecitamente confluiti sui conti personali venivano poi in gran parte utilizzati per effettuare operazioni di gioco presso diverse sale video-lottery di Roma. Alcune somme sono state invece trasferite sui conti correnti dei propri familiari. Le ipotesi di reato contestate all'uomo,  V.Z. di 55 anni , sono quelle di peculato e autoriciclaggio.

Oltre all'arresto è stato eseguito un sequestro dei conti correnti, beni mobili e immobili nonché valori dell'indagato per un importo complessivo di circa 200.000 euro. Su disposizione dell'autorità giudiziaria, sono stati anche perquisiti i luoghi nella disponibilità dell'indagato, incluso il suo ufficio ministeriale.

Commenti
    Tags:
    soldiministero della salutevideolotterygioco d'azzardoslot machinefunzionairofinti rimborsifinte fattureromaarrestato



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
    Di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.