A- A+
Roma
Gioielli sottocosto. Importati dalla Thailandia, venduti all'Esquilino

Trenta kg di oggetti preziosi e monili in argento importati illegalmente dalla Thailandia e venduti sottocosto: li hanno sequestrati all'Esquilino agenti della Polizia di Stato della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma, diretta dal dott. Carlo Musti.


All'operazione ha collaborato personale ispettivo della Camera di Commercio e dell’Agenzia delle Dogane. L’attività di indagine, durata diversi mesi, si è concentrata in particolare su esercizi commerciali gestiti da cittadini bengalesi.
Dal controllo amministrativo di una di queste attività , è emerso  che i preziosi in argento, oltre ad essere venduti sotto costo, erano anche privi della punzonatura obbligatoria per legge ed importati illegalmente. Per non aver rispettato le prescrizioni dell’autorizzazione, nei confronti dell’esercente, oltre al sequestro della merce,  verrà avviato  un procedimento amministrativo per la sospensione della licenza preziosi.

Tags:
gioielliargentopreziosithailandiapoliziaesquilino



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Green Pass, Italia modello del golpe globale del Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green Pass obbligatorio, alternativa allettante: benedizione o campare d'aria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.