A- A+
Roma
Google map e la Divina Commedia: il viaggio digitale nell'Italia di Dante

di Patrizio J. Macci

Il Google Maps dello Stivale come se fosse stato scritto da Dante Alighieri servito in un solo volume. In giro per l’Italia con la Divina commedia nello zaino e in mano una guida turistico letteraria redatta da uno dei più importanti studiosi di letteratura italiana.

A fare da guida è il professor Giulio Ferroni che ha approfittato della quiete della pensione per scatenarsi in un viaggio bramato e sempre rimandato per gli impegni di studio e di insegnamento. Il risultato è un solido volume di oltre milleduecento pagine (rilegato come il dio dei libri comanda) con un minuzioso indice dei nomi e indice dei luoghi dove da nord a sud, dalle alpi alla Sicilia lo studioso ricostruisce i luoghi citati dal Poeta, li racconta attraverso i propri occhi senza perdere di vista che il viaggio avviene spesso su comodi treni e con tecnologie di settecento anni dopo.

La lettura del testo svela un Paese che già c’era nonostante la sua fondazione avvenga secoli dopo. Dante fonda l’Italia nel momento in cui delinea il canone della sua lingua, argomento di discussione tra gli studiosi ma sul quale il Professore ha il coltello tra i denti e lo dimostra anche con questo libro.

Il diario di un pellegrinaggio diviso in sezioni che corrispondono ai diversi luoghi visitati in successione più o meno cronologica con l’arricchimento di dettagli e notizie scritte a posteriori, spesso vere gemme sottovalutate o affogate nel delirio delle notizie che incalzano nel tamburino dei media ogni giorno. Il suo occhio non si ferma solo allo strettissimo campo di competenza professionale. A Pistoia, per esempio, viene svelato un degno ricordo dell’eccidio di via Fani e dell’Omicidio di Aldo Moro agli occhi di chi scrive molto più significativo di quello nella Capitale dove si consumarono i cinquantacinque giorni del sequestro. Una scrittura che non si piega ai diktat del mercato editoriale, lontana anni luce dalle logiche delle classifiche dei libri legata solo alla meraviglia della scoperta e ai suoi sentieri. Conscio che forse non tutti i luoghi citati da Dante nelle cantiche sono state viste con i suoi occhi, Ferroni si avventura nella ricerca di ruderi di castelli, luoghi geografici spazzati via dal tempo ma ora illuminati e fatti resuscitare dalla parola.

Loading...
Commenti
    Tags:
    googlegoogle mapdantedivina commerdiaeditoriagiulio ferronipatrizio j. macci
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Coronavirus, mascherine mai arrivate dalla Cina: Roma, in manette Ieffi

    Coronavirus, mascherine mai arrivate dalla Cina: Roma, in manette Ieffi

    i più visti
    i blog di affari
    Coronavirus, Mes: l’Italia fa la fine della Grecia. Precipitiamo nell'abisso
    Di Diego Fusaro
    Italia come Gesù e un giovedi Santo da fare invidia a Giuda.
    La zampata dell'Orso, Marco Giannini
    Ascolti tv, Signorini supera la “prova del fuoco”. Bis dietro l’angolo
    Di Francesco Fredella

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.