A- A+
Roma
Incidente Corso Francia: “Genovese andava a 95 km/h”. La perizia lo inchioda

Incidente Corso Francia, la perizia depositata in Procura dai difensori di Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann inchioda Pietro Genovese: “Andava a 95 km/h, le 16enni erano sulle strisce pedonali e l'impatto era pienamente prevedibile ed evitabile”.

 

La conclusione della consulenza tecnica chiesta dagli avvocati delle due 16enni investite ed uccise nella notte tra il 21 e il 22 dicembre arriva nello stesso giorno in cui i legali di Genovese, accusato di omicidio stradale plurimo, avevano depositato la richiesta di rito abbreviato.

Per i consulenti di parte civile, nominati anche dall'avvocato Cesare Piraino, la causa dell'incidente "è da imputare esclusivamente in termini di colpa a Genovese in quanto vi erano ampi margini di arresto in tempo" e affermano che "l'investimento è avvenuto sulle strisce pedonali come dimostrano le seguenti considerazioni logiche. Data la velocità accertata di 90/95 km/h, date le caratteristiche di altezza e di peso delle due ragazze e date le caratteristiche dell'auto condotta dall'indagato, la posizione del corpo di Camilla Romagnoli può derivare solo da un investimento sulle strisce pedonali".

La perizia termina con la frase: “Da quanto emerso e scientificamente ricostruito emerge che il sinistro stradale era pienamente prevedibile ed evitabile”.

Per Genovese il procuratore aggiunto Nunzia D'Elia aveva chiesto ed ottenuto il giudizio immediato e il processo era stato fissato al prossimo 8 luglio. Sulla richiesta di rito abbreviato dovrà ora esprimersi un nuovo gip che fisserà udienza nelle prossime settimane.

Loading...
Commenti
    Tags:
    corso franciaincidente corso franciaperiziagiudizio immediatopietro genovesecamilla romagnoligaia von freymannprocesso pietro genoveseincidente corso francia consulenzaomicidio stradale




    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    I furbetti del cartellino non finiscono mai: 8 denunciati alla Asl Roma 5

    I furbetti del cartellino non finiscono mai: 8 denunciati alla Asl Roma 5

    i più visti
    i blog di affari
    Il virus è ovunque e non è liberale
    Ernesto Vergani
    Ok al riscatto della laurea in assenza di risposta dall'INPS
    L'Italia s'è desta contro i provvedimenti autoritari del governo giallofucsia
    L'OPINIONE di Diego Fusaro

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.