A- A+
Roma
L'Enpa bombarda di mail il sindaco di Vallerano per il caso del cane ucciso

Mail bombing contro il sindaco di Vallerano, la cittadina di 2 mila 600 abitanti in provincia di Viterbo dove è stato ucciso il cane Willy. Più di 35 mila persone hanno aderito all'iniziativa intasando l'indirizzo email del primo cittadino colpevole di non aver condannato il gesto compiuto da ignoti.

 

Secondo l'Ente Nazionale Protezione Animali è scandaloso che le autorità del paese non siano ancora riuscite a identificare il responsabile dell'uccisione del cane, contro cui è stato sparato un colpo di fucile. L'Enpa chiede a Maurizio Gregori di dare l’esempio ai suoi concittadini e non solo di stigmatizzare il gesto, ma di promuovere la costituzione di parte civile del Comune in un eventuale procedimento giudiziario. “Sarebbe un grande gesto di civiltà, un modo se non altro di rendere giustizia al cagnolino, quanto meno di onorarne la memoria”, scrive l'Enpa.

 

Tags:
enpacanewillyuccisionemortoammazzatovalleranomaurizio gregorimail bombingmailemail



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Green Pass obbligatorio, alternativa allettante: benedizione o campare d'aria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA
Green Pass obbligatorio, Italia avamposto del nuovo ordine terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.