A- A+
Roma
L’ombra della mafia su locali e compro oro: 13 arresti in provincia di Viterbo

Le mani della mafia sui negozianti di Viterbo, da compro oro a locali notturni, ditte di trascolo e recupero crediti. Indagate 13 persone per associazione a delinquere di stampo mafioso.

 

Il gip di Roma, su richiesta della Dda, ha disposto l'arresto di 13 persone, con numerose perquisizione dei carabinieri del Comando Provinciale di Viterbo in corso. Le indagini hanno consentito agli investigatori di ricostruire i tasselli di un mosaico che avrebbe portato alla luce un pericoloso panorama criminale. Il sodalizio - con solidi collegamenti con ambienti 'ndranghetisti - si era imposto a Viterbo e provincia attraverso una serie di aggressioni e gravi atti intimidatori, asummento il controllo del territorio attraverso la violenza. Particolarmente grave l'episodio che ha visto incendiare l'auto ai carabinieri.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mafiacompro orointimidazioniminacceviterbolocaliroma



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
    Cgil comica, difende il lavoro ma accetta l'infame tessera verde
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.