A- A+
Roma
“L'orso marsicano non si tocca”. Il Tar boccia la Regione: trionfo animalista

Nuovo scontro Regione-animalisti, il Tar del Lazio boccia Zingaretti e dà ragione a Enpa, Lac, Lav e Wwf: "L'orso marsicano non si tocca".

 

Accolto il ricorso del gruppo di associazioni animaliste contro l'atto, approvato a fine  settembre dal presidente della  Regione  Lazio, che autorizzava “il prelievo venatorio  nel versante laziale del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e nelle  zone Speciali di conservazione con presenza di Orso  marsicano”. Con il decreto n. 11727 del 23710/208  il Tar del Lazio boccia il provvidemento sarà sospeso. Una vera e propria vittoria nella tutela del parco e del suo abitante più famoso: l'orso marsicano.

L’avvocato Valentina Stefutti, che ha curato  il ricorso, aveva infatti evidenziato al Giudice  amministrativo come la Regione Lazio nell'approvazione dell'atto non avesse nemmeno richiesto l’obbligatorio parere a Ispra (massimo organo di consulenza tecnico-scientifica dello Stato in queste  materie) che si era comunque già espressa in maniera negativa, raccomandando di “assicurare il divieto di caccia nell’area di protezione esterna del P.N. D’Abruzzo (…) vista l’urgente  necessità di tutelare il nucleo  di esemplari  di orso marsicano  presente  nella regione Lazio”.

Si parla di una specie super protetta e rara come l’orso marsicano, potenzialmente disturbata da attività di caccia nelle aree di protezione esterna del Parco. Da oggi quindi nelle aree classificate come “contigue” al Parco d’Abruzzo nella parte  laziale è vietata qualsiasi forma di caccia. Le associazioni ENPA, LAC, LAV e WWF Italia vigileranno con le proprie Guardie volontarie affinché le doppiette stiano alla larga dal parco e dagli orsi. Le Associazioni hanno inoltre impugnato anche il calendario venatorio della regione Lazio, ricorso che verrà discusso a breve, e si auspicano attraverso una nota "che anche questo abbia un esito positivo". 

Commenti
    Tags:
    orso marsicanoparco nazionale d'abruzzoregiona laziotaranimalistiwwflavcaccia



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Effetto pandemia: il preoccupante fenomeno dell'abbandono scolastico
    Massimo De Donno
    Covid, medici e scienziati: i sacerdoti del nuovo culto della scienza medica
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Dissenso verso il nuovo capitalismo terapeutico e dalle tendenze
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.