A- A+
Roma
La Martani senza mascherina denunciata da vigili. “Li denuncio io per abuso”

Daniela Martani, l'ex pasionaria Alitalia e ora leader dell'ala intransigente dei vegani italiani finisce nei guai. Sorpresa a passeggiare al Pigneto senza indossare la mascherina e dopo l'orario di chiusura di bar, pub e ristoranti, è stata denunciata dai Vigili Urbani per oltraggio a pubblico ufficiale.

A raccontare la vicenda è la stessa Martani in un lungo e polemico posto su Fb, nel quale preannuncia una controdenuncia per abuso di autorità, supportata da foto e video.

Scrive la Martani: “Ennesima multa presa stasera a causa dell'incompetenza della polizia municipale che non legge i decreti ma li interpreta a proprio piacimento commettendo abusi di potere inaccettabili. Mi trovavo stasera in Via del Pigneto verso le 19:00 quando oramai i locali erano quasi tutti chiusi, a fare una passeggiata con la mia migliore amica. Eravamo sole, la strada era praticamente deserta e non indossavamo la mascherina. Ad un certo punto si ferma una mac

china con dentro degli agenti della polizia municipale in borghese che mi intimano di indossarla. Rifiuto perché secondo il provvedimento del 7 Ottobre e confermato il 24 Ottobre, che nessuno ha letto chiaramente, è previsto che la mascherina si debba tenere sempre in borsa o in tasca — rispettando le regole di igiene — e indossarla quando si sta dove ci sono altre persone. Rimane confermata la regola per l’utilizzo al chiuso: si deve tenere quando si entra nei negozi e in tutti gli altri luoghi aperti al pubblico, al ristorante quando ci si allontana. In pratica l'obbligo è di averla sempre con se ed indossarla solo quando non si riescano a mantenere le distanze.So che molti di voi questa regola non la conoscono, visto che continuo a vedere gente con indosso la museruola sola per strada.

Comunque i tre agenti, due donne e un uomo, particolarmente avvelenati, probabilmente aizzati dalla sindaca di Roma che non fa altro che scrivere sui suoi social di essere intransigenti e bastonare chi già sta subendo da 9 mesi questa follia, mi hanno fatto il verbale con relativa denuncia di oltraggio a pubblico ufficiale solo per avergli fatto notare che avevano riportato il falso, scrivendo che eravamo circondate da persone, ed invece la via era vuota (per fortuna ho testimoni e video) e per avergli contestato la multa dimostrando che il DPCM a cui fanno riferimento non fa menzione dell'obbligo ad indossare la mascherina all'aperto quando si è in un luogo senza assembramento.

Questo modo di fare getta un'ombra nera sull'operato della Polizia Municipale che troppo spesso dimostra di voler vessare i cittadini con la propria inadeguatezza nell'interpretare le disposizioni governative, che non hanno fra l'altro alcun valore di legge, in modo troppo spesso arbitrario.

Ho deciso che stavolta sporgerò denuncia contro i tre agenti per abuso di autorità perché questa situazione deve finire. Ci trattano come burattini di cui pensano possano tenere le fila, beh stavolta hanno trovato il pupazzo sbagliato che sa leggere”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    daniela martani coronavirusmascherina obbligatoriadaniela martani denunciatapignetolockdown ristorantivigili urbani romavirginia raggi



    Lesione legamento del ginocchio. Parla il prof Rodia: “Sempre più frequente”

    Lesione legamento del ginocchio. Parla il prof Rodia: “Sempre più frequente”

    i più visti
    i blog di affari
    Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.