A- A+
Roma
La “montagna” arriva fino al Verano A24: ecco perché pedaggio alle stelle

La neve, il sale, le basse temperature che spaccano l'asfalto: condizioni che impongono una maggiore manutenzione per mantenere gli standard di sicurezza dei percorsi stradali. E fin qui tutto a posto. Peccato che il tratto “disagiato”, secondo Cesare Ramadori, amministratore delegato della Strada dei Parchi spa, che gestisce le tratte A24 e A25 Roma-Teramo e Torano-Pescara, arriva fino al Verano, praticamente a pochi centinaia di metri dall'ormai centralissimo quartiere di San Lorenzo.
Interpellato dalla commissione Lavori pubblici della Camera, in merito all'ennesimo aumento che, a partire dall'inizio dell'anno, ha interessato l'autostrada dei Parchi (controllata dal gruppo Toto e partecipata da altri azionisti con quote residuali), il manager ha molto candidamente spiegato: “Strada dei parchi è un'autostrada di montagna che ha elevati costi per mantenere gli standard di sicurezza e per le opere di manutenzione perchè l'uso del sale dovuto alle nevosità del tracciato crea molti danni alle strutture sottostanti”, per cui “per quanto riguarda l'aumento del 2016, in particolare per il tratto laziale, l'autostrada è stata definita di montagna e quella tratta che va dalla barriera di Roma est al Verano è stata definita fin dai tempi della costruzione. Sono stati trasferiti tutti i criteri che erano stati esplicitati nel bando di gara europeo attraverso cui è stata affidata la gestione a strada dei Parchi".
Insomma non c'è nulla di anomalo, secondo Ramadori, nel fatto che i costi di gestione e manutenzione che si applicano ad un tratto, davvero di montagna, come quello tra le uscite di Carsoli e Tagliacozzo, ad esempio, o tra quelle di Tornimparte e Assergi, sono uguali a quelli che si applicano tra Tivoli e il (quasi) centro di Roma. Il cosiddetto “tronchetto”, che collega la Tangenziale alla barriera di Lunghezza, frequentatissimo dai pendolari che quotidianamente si spostano dalla città alle zone limitrofe, esigerebbe, secondo i criteri di affidamento della gestione dell'autostrada, la stessa cura del resto del percorso. Per cui, i pendolari devono pagare la stessa tariffa chilometrica, aumenti record compresi.
L'ad Ramadori ha poi spiegato che è intenzione della società "continuare a migliorare il tratto stradale con opere di investimenti importanti sul fronte della sicurezza. Gli investimenti partiranno non appena il ministro delle Infrastrutture avrà approvato il piano economico finanziario predisposto dalla società in maniera da poter garantire collegamenti più veloci e sicuri con un investimento che potrebbe essere dell'ordine di 5 miliardi e mezzo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
autostradaa24strada dei parchipedaggiotariffecessare ramadorilavori pubblicitrasporti



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Barbero sempre attaccato da quando si è dichiarato contro il Green Pass
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.