A- A+
Roma
La Regione Lazio punta verso lo spazio: accordo con la Thales Alenia Space

La Regione Lazio punta verso lo spazio: Thales Alenia Space, joint venture tra Thales 67% e Leonardo 33%, parteciperà al programma “Open Innovation Challenge: la tua sfida verso il futuro”, organizzato da Lazio Innova, la società in house della Regione Lazio, per rafforzare la collaborazione tra aziende medio/grandi del territorio e le startup.

 

Tra i leader dell’industria spaziale italiana, Thales Alenia Space pone l’innovazione alla base della sua strategia di trasformazione digitale e di approccio Industria 4.0 nel settore spaziale. La collaborazione con Lazio Innova su progetti di Open innovation intende valorizzare a pieno le competenze e le capacità di ricerca presenti nell’ecosistema laziale.

Il prossimo “Open innovation challenge” sarà focalizzato sul trasferimento tecnologico a favore dello sviluppo di startup e PMI innovative nell’ambito della Space Economy regionale, con l’obiettivo di stimolare la crescita economica e l’innovazione locale. Le startup selezionate fanno parte del programma ESA Business Incubation Centre (ESA BIC) Lazio, in accordo con la Regione Lazio e l’Agenzia Spaziale Italiana, nell’ambito dei domini tecnologici di comune interesse come Navigation, Earth Observation, Intelligenza artificiale e machine learning, UAV/droni, IoT.

La Società metterà a disposizione le sue competenze tecniche e i suoi Laboratori di Fabbricazione - FabLab. Si tratta di incubatori digitali, presenti nei suoi stabilimenti in Francia (Tolosa, Cannes) e in Italia (Roma), per stimolare la creatività e l'innovazione di tutti i dipendenti attraverso la simulazione e la prototipazione in ambito hardware e software. Attivo dal 2018, il FabLab romano è organizzato in 4 aree: Brainstorming, Fabrication, Realtà Aumentata e Sviluppo Digitale, ed è anche e soprattutto un luogo di condivisione e scambio di dee e progetti.

Thales Alenia Space sarà impegnata in incontri, formazione, seminari e webinar per promuovere la nascita di nuove comunità di ricercatori, startup, piccole imprese e autorità locali al fine di stimolare possibili collaborazioni e la cross-fertilization.

Leonardo Mazzini, Chief Technical Officer di Thales Alenia Space Italia, commentando l’importanza del settore aerospaziale e delle sue applicazioni nell’economia a livello regionale e nazionale, ha dichiarato: “L’innovazione da sempre rappresenta la parola d’ordine all’interno del settore spaziale, ed uno strumento per affrontare le sue numerose sfide. Non a caso, le tecnologie spaziali hanno avuto un ruolo fondamentale nel monitorare gli effetti sul territorio della pandemia di Covid-19. È per questo motivo che Thales Alenia Space intende non solo rafforzare la rete delle attuali collaborazioni, ma anche ampliare i rapporti in particolare con gli enti di ricerca, le startup più innovative e con le PMI, al fine di facilitare ed espandere il legame vitale fra la ricerca, l’innovazione e il comparto industriale”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    regione laziothales alenia spacelazio innovaspaziostartup



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Zaino sospeso: l'iniziativa continua
    Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
    Angelo Andriulo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.