A- A+
Roma
Malata di cancro, si incatena fuori dall'azienda per ottenere il trasferimento

Era da mesi che chiedeva la possibilità di essere trasferita in una nuova sede di lavoro per riuscire a fare la chemioterapia a Colleferro e ad accudire la madre invalida al 100%, ma le sue invocazioni erano rimaste inascoltate. Mercoledì Anna Maria ha vinto la propria battaglia personale incatenandosi davanti alla Coop Laurentina.

 

Gli altri lavoratori hanno espresso solidarietà nei suoi confronti e Francesco Iacovone, dell’esecutivo nazionale USB, si è addirittura incatenato insieme a lei per far valere i suoi diritti. Alla fine il tanto sospirato trasferimento è arrivato, accompagnato dalle scuse dell’azienda, che finalmente ha riconosciuto il suo diritto di cura.

Tags:
cancroinvaliditàmadrecoop laurentinausbsindacatifrancesco iacovonetrasferimentocure
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Omicidio Vannini: 14 anni ad Antonio Ciontoli, 9 alla famiglia. La sentenza

Omicidio Vannini: 14 anni ad Antonio Ciontoli, 9 alla famiglia. La sentenza

i più visti
i blog di affari
Milano Wine Week al Just Cavalli. Lombardia Wine Tasting Experience 8 ottobre
Bianchet svela il Tourbillon B 1.618 Openwork. Un segnatempo polivalente
Paolo Brambilla - Trendiest
Ennesimo inciampo di Johnson specchio della crisi del Regno Unito
Ernesto Vergani

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.