A- A+
Roma
Maternità, patto per la vita tra San Camillo e Save the Children

Nasce  all'interno del S. Camillo un nuovo spazio a sostegno di mamme a bambini in difficoltà, Save the Children lancia il progetto “Fiocchi in ospedale”.

 


Un nuovo spazio dedicato a migliorare le condizioni di vita dei bambini, che si aggiunge a quelli già attivi al Gemelli ed al S. Giovanni. "In Italia il 10,4% delle famiglie vive in povertà relativa. Nel Lazio in particolare - spiega il comunicato - il dato sulla povertà relativa è passato dal 5,8% del 2014 al 6,9% del 2015. L'aumento di situazioni di indigenza si registra soprattutto nelle famiglie con figli, in particolare se piccoli. Il progetto "Fiocchi in Ospedale" si propone di migliorare le condizioni dei bambini fin dai primi giorni di vita attraverso il sostegno ai genitori grazie ad una collaborazione tra gli ospedali e il territorio e si rivolge con progetti specifici anche ai nuclei familiari più fragili ed indigenti”.

Tra i servizi offerti dallo spazio aperto presso l'ospedale San Camillo c'è anche uno sportello di consulenza, che svolgerà l' attività di mediazione culturale e linguistica nonché di supporto psicologico e sociale. Previsto poi anche un sostegno materiale come pannolini ed accessori per la cura del neonato, oltre alla possibilità di dimissioni protette e alla presa in carico sociale di coppie in difficoltà abitativa o in cerca di lavoro. 
Il progetto, inoltre, interviene anche per prevenire casi di maltrattamento e abuso, per segnalare  situazioni di disagio sociale, psicologico e socio-economico.

“ll progetto Fiocchi in Ospedale –afferma Raffaela Milano, Direttore dei Programmi Italia-Europa di Save the Children - sostiene tutte quelle famiglie che versano in situazioni di vulnerabilità economica e sociale che altrimenti si troverebbero a dover sostenere nuovi bisogni senza nessun supporto". 

I dati a sostengo del progetto mostrano un Lazio ormai multietnico, dove si registra un aumento delle nascite da coppie con almeno un genitore straniero. Tra il 1999 e il 2015, infatti, la percentuale di bambini nati da almeno un genitore straniero si è triplicata passando dal 7,2% al 21,8%. Il Lazio è sul podio anche per quello che riguarda l'età delle neo mamme con un 10,31% di mamme che superano i 40 anni. Una percentuale che sale ancora se si considerano solo le mamme di nazionalità italiana: nel 2015 l'11,3% delle donne che ha partorito aveva più di 40 anni.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
maternitàsan camillobambinimammesave the childrenospedalefiocchi in ospedale



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
"Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.