A- A+
Roma
Metro Barberini, crolla scala mobile: la Procura di Roma apre un'inchiesta

Metro A, stazione Barberini: gli inquirenti della Procura di Roma hanno avviato un'inchiesta, senza ipotesi di reato né indagati, in relazione al cedimento di alcuni gradini della scala mobile della stazione della metropolitana Barberini.

 

L’accertamento è stato affidata dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia al sostituto Francesco Dall’Olio, già titolare del procedimento sull’incidente avvenuto il 23 ottobre scorso nella stazione Repubblica, dove il collasso di una scala mobile causò il ferimento di alcuni tifosi del Cska di Mosca che stavano andando all’Olimpico per una partita di Champions League contro l'AS Roma.

Secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio, i magistrati attendono, in relazione a questo filone, i risultati di una consulenza tecnica che è stata affidata ad una società specializzata che ha proceduto alla rimozione della scala per verificare cosa sia avvenuto al di sotto della struttura.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    metro barberiniterrorepaurametro abarberiniscale mobilimetro repubblicaatacromapasseggeriprocuraindagine



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
    Boschiero Cinzia
    "Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
    Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.