A- A+
Roma
Morbillo, morta una bambina di 9 anni: “Fosse stata vaccinata sarebbe viva”

Una bambina di 9 anni è morta ad aprile nell'Ospedale Bambin Gesù di Roma. Secondo i medici che l'hanno curata, se fosse stata vaccinata sarebbe sopravvissuta.

 

Il caso è stato reso noto soltanto ora, nonostante il decesso sia avvenuto mesi fa. Repubblica ha intervistato il primario di Pediatria all'ospedale romano e presidente della Sip, la società italiana di Pediatria, Alberto Villani: “Se non avesse preso il morbillo forse non sarebbe morta. E infatti è purtroppo deceduta proprio per le conseguenze del morbillo, che ha innescato una insufficienza multiorgano. Abbiamo tentato di tutto”, ha spiegato. La bambina soffriva di una cromosomopatia, una malattia genetica complessa e si trovava in una condizione di estrema fragilità.
Il primario ha ribadito in quali casi è meglio evitare il vaccino: “Bambini oncologici, con patologie intestinali come Crohn o rettocolite ulcerosa, trattate con terapia immunosoppressiva o altre malattie trattate allo stesso modo, quindi patologie reumatiche, asma grave, trapiantati. E nei casi di malattie immunitarie acquisite o complesse”, spiega. La patologia di cui era affetta la bambina ricoverata al Bambin Gesù, però, non è nel novero e secondo il medico la vaccinazione avrebbe svolto una funzione protettiva.
In Sardegna, intanto, è stato registrato il primo caso di tetano dopo trent'anni. A venirne colpito un bambino di 10 anni ricoverato a Oristano dopo una caduta dalla bicicletta che gli aveva provocato una ferita sulla fronte. Quando i genitori l'hanno portato all'ospedale, i medici avevano consigliato la profilassi antitetanica, ma padre e madre del piccolo si erano rifiutati. Il tetano ha un periodo di incubazione che va dai 3 ai 21 giorni e infatti la famiglia è dovuta ritornare all'ospedale di San Martino a Oristano perché il piccolo aveva difficoltà a muovere i muscoli del viso. Nonostante le cure cortisoniche, però, la situazione del bambino non è migliorata e i dottori sono arrivati alla prognosi: tetano. Il piccolo non è in pericolo di vita, ma si tratta del il primo caso da decenni e si registra in una regione, la Sardegna, in cui la percentuale dei vaccinati rispetto alle altre zone d'Italia è molto alta.

Tags:
morbillomortebambinanovaxvaccinitetanosardegnabambin gesù
Loading...




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Coronavirus, Nerola ex zona rossa presenta il bracciale per il distanziamento

Coronavirus, Nerola ex zona rossa presenta il bracciale per il distanziamento

i più visti
i blog di affari
Quale Italia avremo tra 2 anni? Nasce Bussola Italia, a sostegno dell’economia
Paolo Brambilla - Trendiest
Isagro: positivi i risultati nel 2020. La nuova strategia dà già i suoi frutti
Paolo Brambilla - Trendiest
Giustizia penale, dalla Lega una proposta utile, ma la sinistra non la leggerà
di Annamaria Bernardini De Pace

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.