A- A+
Roma
Morgan Freeman e il diavolo: faccia a faccia con esorcista don Aldo Buonaiuto

di Federico Bosi

Morgan Freeman, uno degli attori più famosi del cinema mondiale, alla ricerca del demonio. Per questo motivo, Freeman viene a Roma da un vero esorcista, don Aldo Buonaiuto. L'intervista per il suo programma tv “The Story of God” in onda in Italia il 24 aprile.

 

Don Aldo Buonaiuto è uno dei volti più noti della “Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII”, ente internazionale di diritto pontificio e grande realtà della Chiesa diffusa in Italia e nel mondo, fondata da don Oreste Benzi. Don Aldo, oltre ad occuparsi di migranti e di gestire una pronta accoglienza per le vittime della prostituzione, svolge il ministero di Esorcista ed è Associato all’AIE (associazione internazionale esorcisti).

Freeman per “The Story of God”, la sua trasmissione televisiva in onda su National Geographic, gira il mondo per indagare sui misteri di Dio in ogni religione. Volendo approfondire il tema del demonio nella religione cristiana, l'attore ho voluto contattare l'esorcista don Aldo Buonaiuto.

Nell'aprile 2018, don Aldo ricevette una mail da Morgan Freeman in cui il celebre attore chiedeva se fosse possibile intervistarlo. “Ho subito pensato fosse una scherzo del web – racconta don Buonaiuto – ed ho immediatamente cestinato la mail”.

A settembre i superiori di don Aldo lo convocano per sapere per quale motivo non avesse ancora risposto alla richiesta Freeman. Spiegato il “qui pro quo”, il prete ha immediatamente risposto alla mail ed è stato programmato l'incontro per novembre.

“Appena l'ho visto dal vivo ho pensato: è ancora più gigante rispetto a quanto sembri in tv – continua il sacerdote -. Era accompagnato da uno staff di 40 persone che avevano preparato il copione dell'intervista. Morgan però, trasportato dal tema dell'esorcismo, non l'ha minimamente seguito e mi ha posto domande che gli venivano istintivamente dal cuore”.

Durante la chiacchierata, che si è svolta passeggiando per un parco della Capitale, Freeman e don Buonaiuto ha discusso sui temi dell'esorcismo, del demonio all'interno della vita di persone sofferenti e del diavolo nella storia e nella religione cattolica.

“Noi con l'esorcismo – spiega don Aldo – curiamo quel disturbo irrazionale non riconducibile ai principi della medicina. L'esorcismo è una preghiera, non si improvvisa. Per poter praticare l'esorcismo, il sacerdote deve aver ricevuto un apposito mandato dal vescovo. Il nostro è un lavoro delicato perché abbiamo a che fare con la sofferenza interiore della persone”.

In conclusione, don Aldo Buonaiuto ricorda di stare lontani dai finti esorcisti: “Io sono il coordinatore del 'Servizio AntiSette' dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII con un suo specifico Numero Verde nazionale 800 228866, creato nel 2002 per aiutare le vittime delle organizzazioni settarie. Ascoltiamo vittime di falsi guru, santoni che si approfittano delle persone che sono deboli. Questi truffatori fanno solamente stare peggio le persone. Statene alla larga”.

La puntata di “The Story of God” con l'intervista a don Aldo Buonaiuto è stata trasmessa in America nella notte tra martedì 5 e mercoledì 6 marzo e sarà trasmessa in Italia, sempre da National Geographic, il 24 aprile.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
demoniodiavolodon aldo buonaiutoesorcismoesorcistafaccia a facciamorgan freemannational geographicthe story og god






Il sì senza veli al mare: vola l'immobiliare, romani pazzi per San Vero Millis

Il sì senza veli al mare: vola l'immobiliare, romani pazzi per San Vero Millis


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.