A- A+
Roma
Morì nel 2012 a causa di una buca: rischio processo per 5 indagati

Appena 20enne morì per una buca mentre era in motorino, in un incidente del 2012. Rischio processo per 5 indagati, di cui un ex dirigente del Campidoglio.

 

Chiusura delle indagini per cinque persone accusate di omicidio colposo in merito alla morte di un giovane 20enne, deceduto dopo aver perso il controllo del suo scooter a causa di una buca, sulla Cristoforo. La vicenda risale al mese di gennaio del 2012. A rischiare il processo, in particolare sono l'allora dirigente allo Sviluppo Infrastrutture e manutenzione urbana del Campidoglio, due dipendenti della medesima struttura, al presidente del consorzio che aveva in appalto la manutenzione del tratto stradale e al direttore del cantiere. Secondo l’accusa, gli indagati avrebbero omesso la sorveglianza e il controllo sulla manutenzione del tratto stradale nel quale si è verificato l’incidente.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mortobucamotorino2012romaindagatiprocesso



Scuola, Pratelli: "Asilo nido gratis se Isee sotto ai 25mila euro"

Scuola, Pratelli: "Asilo nido gratis se Isee sotto ai 25mila euro"

i più visti
i blog di affari
Interessi e Fisco: strana differenza tra quando chiede e quando paga
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.