A- A+
Roma
Morte Desiree, nigeriano incastrato dal Dna: nuova accusa di omicidio

Morte Desiree Mariottini, svolta nelle indagini grazie all'esame del Dna. Nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere per Chima Alinno, nigeriano di 47 anni, e Brian Minthe, senegalese di 43.

 

Entrambi sono coinvolti nell’inchiesta sull’omicidio della giovane Desirée, morta nella notte tra il 18 e il 19 ottobre scorso in uno stabile abbandonato nel quartiere di San Lorenzo. All’esito dei nuovi accertamenti sul Dna rinvenuto sul corpo, sotto le unghie, e sui vestiti della ragazza gli inquirenti hanno chiesto una nuova misura cautelare a carico di Alinno con le accuse di omicidio e cessione di droga.L ’accusa di omicidio, già era contestata al nigeriano, ma venne fatta cadere dal tribunale del Riesame che aveva ridimensionato le responsabilità di Alinno. Anche per Minthe, dopo gli esami del Dna, la procura ha chiesto e ottenuto la misura cautelare per un nuovo reato: la cessione di droga verso terzi. Intanto su queste basi gli inquirenti si preparano al deposito degli atti. Le ipotesi di violenza sessuale, cessione di droga e omicidio riguardano anche Mamadou Gara e Yousif Salia.

Come si è appreso a piazzale Clodio tracce biologiche dei due stranieri, compatibili con le violenze sessuali, sono state trovate sul corpo e sotto le unghie di Desiree, oltre che sulla coperta e sul materasso dove era sdraiata.Tracce utili alle indagini – si aggiunge – sono state trovate anche su un flacone che conteneva metadone somministrato alla giovane e una cannuccia con la quale avrebbe fumato crack la notte in cui morì di overdose. Alinno, Gara e Salia secondo i pubblici ministeri – insomma – avrebbero somministrato volutamente alla ragazzina di Cisterna di Latina una dose letale di psicofarmaci e droghe. Per Salia e Brian Minthe, in cella per violenza sessuale sulla ragazza, si sono aggiunte le accuse di spaccio perché, riconosciuti, durante le indagini, come pusher abituali di Via dei Lucani.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    morte desireedesiree mariottinimorteoverdosesan lorenzonigerianoaccusaprocura di romaroma



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.