A- A+
Roma
Note spese fasulle, poliziotti infedeli sospesi: avrebbero intascato 400.000€

Truffa aggravata ai danni dello Stato e falsità ideologica e materiale: sospesi, su richiesta della Procura di Roma, due appartenenti alla Polizia di Stato in servizio presso il ministero dell'Interno. Disposto il sequestro preventivo delle giacenze bancarie e dei relativi beni immobili e mobili registrati, riconducibili agli indagati.

 

I due sono accusati di aver attestato falsamente la partecipazione a missioni di ufficio della Polizia di Stato, mai effettuate e "inducendo, così, in errore il funzionario economo". Secondo quanto accertato dalla Digos i due, indagati con altri tre colleghi, avrebbero messo in atto questo sistema truffaldino dal 2015 al 2018 procurandosi illecitamente 400 mila euro attraverso la compilazione di "fogli di viaggio in bianco" con le spese sostenute da restituire agli addetti dell'ufficio Trasferte. Il gip di Roma Daniela Caramico D'Auria ha pure disposto il sequestro preventivo di circa 200mila euro ai cinque indagati. L' indagine è iniziata dopo alcune verifiche interne al dipartimento di pubblica sicurezza del ministero degli Interni.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    truffatuffa aggravatafalsopoliziottipoliziapoliziotti sospesipolizia di statoviminaleministerointerniministero dell'interno



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    La CGIL è la stampella dei padroni
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.