A- A+
Roma
Omicidio di Maddalena Urbani: il Pm chiede le condanne a 21 e a 14 anni

Due condanne a 21 e 14 anni sono state chieste nel processo sulla morte di Maddalena Urbani, la figlia ventunenne del medico-eroe Carlo Urbani che per primo isolò il virus della Sars, deceduta per un’overdose di metadone il 27 marzo 2021 in un'abitazione in zona Cassia.

La richiesta di pena più alta, a 21 anni di carcere, è stata per Abdulaziz Rajab, il pusher siriano, accusato di omicidio volontario con dolo eventuale, mentre per Kaoula El Haouzi, amica della vittima, accusata di concorso in omicidio, il Pm Pietro Pollidori ha chiesto 14 anni con il riconoscimento delle attenuanti generiche. "L’istruttoria dibattimentale ha dato conferma della scelta dell’imputazione", ha dichiarato il pubblico ministero che ha ripercorso i fatti dall’arrivo di Maddalena da Perugia a Roma fino alla morte. Nel processo sono costituiti parte civile la madre e il fratello della vittima, rappresentati dall’avvocato Giorgio Beni.

VOTA IL SONDAGGIO DI AFFARITALIANI.IT

Iscriviti alla newsletter
Tags:
condannemaddalena urbaniomicidiooverdoseprocesso






Roma Pride, Annalisa fa impazzire i fan: "Sinceramente sarà il nostro inno"

Roma Pride, Annalisa fa impazzire i fan: "Sinceramente sarà il nostro inno"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.