A- A+
Roma
Omicidio Mollicone, nuovi esami sul nastro adesivo usato per bloccare Serena

Nuovi esami dei carabinieri del Ris per l'omicidio di Serena Mollicone, la 18enne uccisa nel giugno del 2001 ad Arce, in provincia di Frosinone.

 

La procura di Cassino ha chiesto agli esperti della polizia scientifica di analizzare nuovamente il nastro adesivo utilizzato per immobilizzare il corpo della ragazza.

Per la morte di Serena sono attualmente iscritti nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio volontario ed occultamento di cadavere l'ex comandante della stazione di Arce Franco Mottola, suo figlio Marco, la moglie del maresciallo, Anna, e due carabinieri della caserma di via Valle, dove la giovane è stata vista entrare prima di scomparire nel nulla ed esser ritrovata morta.

A inizio novembre, dopo una nuova perizia sul cadavere, sul tavolo della Procura di Cassino sono arrivate le oltre 250 pagine di relazione del medico legale Cristina Cattaneo. Il giallo è stato dunque riaperto a 16 anni di distanza e i nuovi interrogatori potrebbero dare un volto all'assassino di Serena.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
serena molliconedelitto di arceomicidiouccisacarabiniericasermaindagatinastro adesivorispolizia scientifica



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo
Porto di Trieste, sgombero con gli idranti: il "potere" che spegne la rivolta
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Meglio praticare sport o fare una dieta?
Anna Capuano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.