A- A+
Roma
Ordinanza anti-slot, il Tar dà ragione alla Raggi: no alla sospensione urgente

Le sale slot di Roma restano chiuse. Nulla da fare per le lobby del gioco, il Tar del Lazio dà ragione al sindaco Raggi: nessuna sospensione urgente dell'ordinanza.

 

Alle slot machine della Capitale si potrà giocare solo 8 al giorno, parola di Tar.  Il presidente della seconda sezione, Antonino Savo Amodio, con un decreto monocratico ha respinto la richiesta di Operbingo Italia di sospendere il provvedimento del sindaco. Un braccio di ferro, quello tra le attività e il sindaco Raggi, destinato però a continuare, con la l'udienza per la discussione del ricorso in camera di consiglio già fissato per il primo di agosto. Esulta invece il sindaco pentastellato, che, tramite il proprio profilo Twitter commenta così il primo successo legale: "Prima vittoria contro l'azzardopatia. Tar ci dà ragione su limiti orari a slot. Salute e qualità della vita dei cittadini nostra priorità".

Tags:
ordinanzaslotgioco d'azzardoraggi m5scampidogliosentenzatarroma



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Green Pass, Italia modello del golpe globale del Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green Pass obbligatorio, alternativa allettante: benedizione o campare d'aria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.