A- A+
Roma
Ostia, attività commerciali in calo. La “colpa” è della legalità

La legalità non giova alle attività commerciali, Ostia allergica alle regole. Ora si attende l'arrivo di un funzionario del ministero dell'Interno.

 


Questo quanto emerge dalle dichiarazioni del prefetto Domenico Vulpiani, commissario straordinario del X Municipio di Ostia, che nel corso dell'audizione in Commissione antimafia afferma: "A Ostia c'e' un calo delle attività commerciali non per la crisi economica ma per l'avvento della legalità, che impone che certe regole vengano rispettate. Il lavoro sul settore del commercio procederà molto meglio con l'arrivo, d'accordo con la sindaca Raggi, di un funzionario, un segretario generale del ministero dell'Interno, molto esperto in queste situazioni”.

 

Tags:
ostiamafiacommercioattivitàlegalità
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Omicidio Vannini: 14 anni ad Antonio Ciontoli, 9 alla famiglia. La sentenza

Omicidio Vannini: 14 anni ad Antonio Ciontoli, 9 alla famiglia. La sentenza

i più visti
i blog di affari
Ennesimo inciampo di Johnson specchio della crisi del Regno Unito
Ernesto Vergani
UK-Italia: il legame resiste all’impatto del Covid
Bepi Pezzulli
"Parterre de rois" per la presentazione del libro di Giampaolo Berni Ferretti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.