A- A+
Roma
Ostia, Commissione Antimafia sul litorale: stretta sui controlli contro i clan

Prosegue la stretta delle forze dell'ordine su Ostia. Dopo l'aggressione alla troupe di Nemo, la porta della sede del Pd incenerita, gli spari di avvertimento contro una delle abitazioni del clan Spada e le due persone gambizzate davanti a una pizzeria, Governo e Comune non intendono cedere il territorio ad associazioni criminali e mafiose.

 

Il Municipio X anche i prossimi giorni continuerà ad avere i riflettori puntati addosso dopo i diversi arresti della scorsa settimana e i sequestri di droga e riproduzioni di armi. L'attività interforze tra Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza ha lo scopo di contenere e sgominare i clan che si stanno giocando il controllo del litorale. Con diversi esponenti della famiglia Fasciani in carcere, infatti, è iniziato il predominio degli Spada, ma la vicenda dell'aggressione al giornalista Daniele Piervincenzi e il successivo arresto di Roberto Spada prima e del suo guardaspalle Ruben Nelson Alvez Del Puerto, poi, hanno agitato le acque. Interrogato dal gip Anna Maria Fattori, intanto, l'uruguayano si è avvalso della facoltà di non rispondere e il suo legale ha avanzato la richiesta di scarcerazione, chiedendo i domiciliari per il suo assistito, che è accusato di lesioni personali e violenza privata aggravati dal metodo mafioso in concorso con Roberto Spada.

Il suo silenzio confermerebbe le voci secondo cui gli spari e i pugni contro le porte della famiglia Spada, “disturbata” lo scorso weekend senza che il gesto provocasse feriti, non fossero altro che avvertimenti rivolti a Roberto Spada e complici. Incarcerato nella struttura di massima sicurezza di Tolmezzo, sarebbe stato così avvisato che per lui è meglio non parlare e tenere nascosti i segreti di Ostia.

Addirittura, secondo altre illazioni, ci sarebbe una terza organizzazione criminale, ritenuta vicina al clan dei casalesi, che ora ha deciso di farsi avanti e di puntare a conquistare tutto il litorale approfittando dell'improvviso declino delle famiglie concorrenti.

Lo Stato ha però aperto gli occhi e deciso di non sottovalutare la situazione. Per martedì 5 dicembre è programmata la missione a Ostia di una delegazione della Commissione parlamentare Antimafia, guidata dalla presidente Rosy Bindi. E sempre nella stessa giornata il Prefetto Paola Basilone e alcuni esponenti della Procura distrettuale e del presidente del Municipio terranno audizioni riguardo al tema sicurezza sul litorale.

Per l'organismo parlamentare non è la prima trasferta a Ostia: si era presentato già nel dicembre di due anni fa per svolgere una serie di audizioni, quando il prefetto Domenico Vulpiani aveva da poco commissariato il X Municipio, sciolto per mafia per le evidenti infiltrazioni della malavita nella macchina amministrativa. Ne era uscito un quadro della realtà locale "inquietante e grave" tanto che la presidente Bindi fece una denuncia pesantissima: "Ci sono associazioni che nel nome dell'antimafia creano confusione e spesso sono schierate con la mafia".

 

Tags:
ostiacommissione antimafiaroberto spadacontrolliblitzrosy bindimarco minniticlanmafiaaggressioni
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Tavolini salva Covid per ristoranti: Raggi fa dietrofront: “Si può fare ma”

Tavolini salva Covid per ristoranti: Raggi fa dietrofront: “Si può fare ma”

i più visti
i blog di affari
"Vorrei fare testamento, ma non mi fido della ex. Come tutelare la mia bimba?"
Di Rebecca Sinatra *
Società Umanitaria. Cyberbullismo tra lockdown e iperconnessione. 8 giugno
Paolo Brambilla - Trendiest
Elefantessa uccisa-morte Floyd: la cattiveria di cui è capace l’uomo
Di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.