A- A+
Roma
Palamara candidato col centrodestra, “Giustizia giusta”. E’ bagno di folla
Luca Palamara (Lapresse)

Luca Palamara: "Mi candido con il centrodestra. Voglio andare sino in fondo alla mia battaglia per la Giustizia giusta. Qualcuno voleva sottrarmi la dignità. La manifestazione di oggi è la prova che non si è riusciti nell’intento".

Così si è espresso Luca Palamara ad AffariItaliani.it a margine della presentazione della sua associazione “Oltre il Sistema”. L’ avvenimento è stato organizzato a Roma in via Veneto di fronte all’Ambasciata americana in due sale al primo piano dell’Hotel Baglioni Regina. Alla prima uscita dell’associazione dell’ormai ex magistrato c’era una vera folla di fan tanto che Palamara è dovuto scendere nella hall dell’albergo e per strada per salutare quelli che volevano vederlo e che non erano riusciti a salire al primo piano dell’hotel. Tra gli ospiti rappresentanti delle associazioni dei consumatori, uomini di spicco dell’universo della giustizia. Tra i presenti alcuni potentissimi degli anni Novanta tra cui Fernando Mach di Palmstein, considerato la mente finanziaria del partito socialista di Bettino Craxi.

Palamara candidato: i 10 punti di Oltre il sistema

"La manifestazione era organizzata da tempo - ci dice Palamara- ma lo scioglimento della legislatura ora impone di presentarci alle elezioni. Ho preparato un programma in dieci punti da cui partire per andare oltre il sistema. Questo vuol dire per esempio, intervenire su Giustizia e politica. Occorre avere il coraggio di fare una riforma shock anche a livello costituzionale".

I dieci punti Palamara li illustra nel dettaglio nel suo intervento in cui parla anche di Giustizia e processi politici: "Basta con l’utilizzo politico del processo penale per eliminare questo o quel nemico politico- dice Palamara - E continua - Bisogna ripristinare l’autorizzazione a procedere". Questo punto del programma forse avrebbe mandato in brodo di giuggiole Vittorio Sgarbi che ha suo tempo difese strenuamente quella vera e propria istituzione del parlamento. La presenza del critico d’arte e parlamentare sembrava certa, poi però è venuta a mancare. Uno degli altri punti della piattaforma di “oltre il Sistema” riguarda il mondo dell’informazione. "Credo che bisogna finirla con la fuga delle notizie dagli uffici di Procura - ci dice l’ex magistrato - basta con i troppi mostri sbattuti in prima pagina per un cattivo rapporto tra magistrati e giornalisti e basta pure ai giornalisti che vantano rapporti privilegiati con questa o quella toga".

Nella piattaforma di Oltre il Sistema sono dettagliati altri aspetti enormi di quello che non va nella giustizia. Tra questi punti le problematiche della giustizia Civile, con la questione degli sfratti e delle procedure fallimentari. Altre questioni affrontare quelle relative al diritto alla difesa, il rapporto tra Giustizia e Pubblica Amministrazione, la Giustizia e l’ambiente, l’accesso alle professioni e le partite Iva. In ultimo la necessità di avere tribunali moderni ed efficienti.

Abbiamo chiesto a Palamara come è stata accolta questa sua “piattaforma” negli ambienti giudiziari

"<Qualcuno pensa che tutto ciò sia di critica ma in realtà si tratta di un lavoro in favore della giustizia".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioni 2022elezioni anticipategiustizialuca palamara






Il cervo che fa colazione ogni giorno: Villetta Barrea non finisce mai di stupire

Il cervo che fa colazione ogni giorno: Villetta Barrea non finisce mai di stupire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.