A- A+
Roma
Parroco vittima del racket Rom sull'elemosina. La denuncia di Giorgia Meloni

Il parroco di Santa Maria Liberatrice, Testaccio, è stato minacciato dai Rom della zona che pretendevano il pizzo sull'elemosina della parrocchia. Immediato l'appoggio della presidente di FdI Giorgia Meloni.

 

Testaccio, pieno centro di Roma. Don Ernesto, parroco della parrocchia di Santa Maria Liberatrice, è stato vittima di minacce e molestie da parte dei Rom che si aggirano nel quartiere al fine di ottenere il pizzo sull'elemosina apostolica.

Subito si è schierata dalla parte di Don Ernesto la presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni che ha twittato: “Ringraziandolo per il coraggio di aver denunciato, che ora non venga lasciato solo. Siamo tutti con Don Ernesto!”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    parrocorommelonigiorgia melonielemosinaracketdenuncia



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
    SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
    Boschiero Cinzia
    Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.