A- A+
Roma
Per il crac banca Tercas, Samorì rinviato a giudizio

Rinvio a giudizio per l'ex direttore generale di Banca Tercas, Antonio Di Matteo, per l'avvocato Giampiero Samorì e altri 12 imputati coinvolti nella vicenda del crac dell'istituto di credito abruzzese.
E' quanto stabilito dal gup Giulia Proto che, nell'ambito del medesimo procedimento, ha assolto l'imprenditore Antonio Sarni - con rito abbreviato, per non aver commesso il fatto - e ha lasciato cadere le contestazioni rivolte alla stessa Cassa di Risparmio di Teramo. Le accuse a carico degli imputati sono, a vario titolo, quelle di associazione per delinquere aggravata, ostacolo alle funzioni di vigilanza, appropriazione indebita, bancarotta fraudolenta e riciclaggio. In particolare, secondo la Procura, Samorì avrebbe operato "come partecipe del sodalizio criminoso e forniva un rilevante apporto alla realizzazione del suo programma".
Per quanto riguarda l'appropriazione indebita, agli indagati viene contestato di essersi appropriati "grazie a delibere carenti nell'analisi sulle capacità di rimborso degli imprenditori affidati e spesso adottate in assenza di requisiti di assoluta improrogabile urgenza, di ingenti somme di denaro". Il processo prenderà il via il prossimo 13 gennaio davanti ai giudici della nona sezione penale del tribunale di Roma.

Tags:
banca tercassamorì



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.