A- A+
Roma
Ponte Milvio vergogna di Roma, sgomberata la baraccopoli dei badanti filippini

All'alba è iniziata una vasta operazione di sgombero e successivo abbattimento di un insediamento abusivo sito in via Castelnuovo di Porto, zon ain cui è stata costruita una baraccopoli abitata prevalentemente da filippini.

Una cinquantina gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale, XV Gruppo Cassia e Gruppo Sicurezza Sociale Urbana (Gssu), che sono intervenuti per dare esecuzione al provvedimento di demolizione delle opere abusive emesso dal  Municipio di zona. Sul posto presente anche personale della Polizia di Stato, Commissariato "Ponte Milvio".

Rinvenuti 15 moduli abitativi, realizzati prevalentemente con pannelli di legno e lastre di lamiera, ed in alcuni casi in muratura. In passato l'area, sita alle spalle di Ponte Milvio, era stata già sottoposta a numerosi controlli durante i quali erano stati accertati illeciti edilizi seguiti da vari provvedimenti di ingiunzione alla rimozione degli abusi, realizzati su un terreno di proprietà di Roma Capitale. Ulteriori sopralluoghi sono stati effettuati anche con personale Asl per la verifica delle precarie condizioni igienico-sanitarie rilevate, fino ad arrivare al definitivo provvedimento con il quale è stata disposta la demolizione delle opere, che è stata possibile avviare questa mattina. 40 le persone dimoranti, per la maggior parte di nazionalità filippina unitamente ad alcuni nuclei familiari provenienti dall'Europa dell'est. Tutti gli occupanti hanno rifiutato l'assistenza alloggiativa alternativa offerta dagli operatori della Sala Operativa Sociale.

 A seguito di alcune anomalie riscontrate sugli allacci della luce,  sono partite le prime denunce nei confronti due persone. Ulteriori indagini, finalizzate ad accertare le responsabilità di altri tipi di illeciti, sono tuttora in corso. Una persona  di nazionalità filippina invece è stata fermata per identificazione e nei suoi confronti al momento si stanno svolgendo le procedure di foto-segnalamento presso il Comando Generale.

Nell'area è stata riscontrata la presenza di un ingente quantitativo di materiale accatastato, rifiuti vari e bombole del gas esauste, oltre a due veicoli in stato di abbandono, per i quali gli agenti hanno provveduto ad avviare la rimozione. Tre invece le auto poste sotto sequestro in quanto prive di assicurazione.

Le operazioni di demolizione, già avviate in queste ore, proseguiranno nei prossimi giorni. Continuerà anche l'impegno della Polizia Locale che provvederà al presidio  dell'area 24 ore al giorno, consentendo il regolare svolgimento dei lavori di abbattimento.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ponte milviofilippinipolizia localepoliziabaraccopolivia castelnuovo di portoaceafurto energia elettrica



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    La CGIL è la stampella dei padroni
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.