A- A+
Roma
Primarie Pd, la Lega sfratta Zingaretti: "Ora lasci la Regione Lazio"
Foto: LaPresse

Nicola Zingaretti neo segretario Pd, la Lega ironizza sulla vittoria delle primarie e manda l'avviso di sfratto per la Regione Lazio: "Ora si dimetta".

 

La vittoria di Nicola Zingaretti entusiasma il popolo del Pd, conquistando oltre il 60% dei consensi a discapito di Giachetti e Martina, ma regala speranza anche alla Lega.  I seguaci di Salvini in Consiglio regionale del Lazio, guidati da Orlando Angelo Tripodi, chiedono infatti a partire dal day-after un passo indietro del Governatore: "'Non si può accettare un Presidente di Regione a mezzo servizio e Zingaretti ha già scelto, altrimenti non si sarebbe candidato alla segreteria del Pd - dichiara Tripodi - Oppure vuole continuare a dare lezioni di moralità al governo nazionale, quando ha ottenuto la maggioranza in Consiglio regionale piazzando con i voti dell'intero centrosinistra un ex forzista e un ex leghista rispettivamente alla vicepresidenza del Consiglio regionale e alla presidenza del Comitato per il monitoraggio dell'attuazione delle leggi e la valutazione degli effetti delle politiche regionali?".

"Anche perché in questi mesi - sostiene Tripodi - abbiamo assistito ai trombati dem piazzati in Regione o negli enti e ad un Governatore impegnato ogni giorno nell'infinita campagna elettorale per la segreteria del Pd, abbandonando, di fatto, i cittadini del Lazio che chiedono dal 2013 risposte concrete su sanità, agricoltura, sviluppo, infrastrutture e rifiuti. Almeno Zingaretti dimostri un pizzico di responsabilità!'', conclude il capogruppo regionale del Carroccio.

Commenti
    Tags:
    primarie pdpdzingarettimartinagiachetticandidati pdzingaretti segretario pdregione laziolegatripodisalvini







    Elezioni europee, capolavoro dell'ovvio del Pd Tarquinio: “La pace è meglio”

    Elezioni europee, capolavoro dell'ovvio del Pd Tarquinio: “La pace è meglio”

    
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.