A- A+
Roma
Ragazzo autistico condannato dall'Asl: da 5 anni chiuso dentro una stanza

Daniele, un ragazzo autistico 27enne, condannato dall'Asl da 5 anni a vivere dentro una stanza in un centro a 50 metri da un mare che non ha mai visto. Un centro dove il povero Daniele viene riempito da tempo di farmaci neurolettici che gli provocano solo effetti collaterali e zero miglioramenti. Ma per poter cambiare struttura serve una firma dell'Asl Rm4, firma che non arriva.

 

Dal 2014 Daniele è ospitato nel centro “Boggi” di Santa Severa sul litorale romano dove, sottolinea l'avvocatessa Claudia Costantini che segue questo caso, “sta avendo gravi problemi di salute causati dall'eccessiva dose di farmaci somministrati e lo stesso direttore sanitario della struttura, Nicola Galiani, ha certificato in una relazione che Daniele assume i più potenti neurolettici fino alle massime dosi senza però mai ottenere risultati sul piano comportamentale e con lo sviluppo di importanti effetti collaterali”.

A Roma c'è però una nuova struttura, la “Villa Arcobaleno”, che è pronta ad accogliere Daniele dandogli 17 ore quotidiane di terapia comportamentale, che è quello di cui ha bisogno, ma dallo scorso 29 novembre la Asl Rm4 ha predisposto il piano assistenziale individuale “secondo quanto stabilito dalle indicazioni della Giunta regionale della Regione Lazio”, spiega la Costantini insieme a Maria Detenuto, mamma del ragazzo.

“La Asl non ha però provveduto a deliberare un provvedimento amministrativo che consenta l'inserimento di Daniele nella casa famiglia 'Villa Arcobaleno', lasciando così la situazione inalterata in attesa di passare la competenza alla Regione Lazio che dal gennaio 2020 si farà carico delle spese necessarie per Daniele, e condannandolo così a restare recluso in una struttura che presto lo dimetterà”, spiega l'avvocato Costantini nella diffida che “spinge” per risolvere questa drammatica situazione. Più volte Daniele si è anche ferito ed è finito al Pronto soccorso di Civitavecchia.

“C'è il rischio che se non arriva questa ultima delibera della Asl Rm4, il posto ora disponibile a 'Villa Arcobaleno' sia dato a qualcun altro e per Daniele si allontani anche questa chance per uscire dalla 'reclusione' e dai maxidosaggi”, conclude l'avvocatessa Costantini.

Insomma, per poter dare una “vita dignitosa” a Daniele serve solo una ultima delibera, una firma dell'Asl Rm4 prima che qualcuno gli “rubi” il posto che tanto desidera.

Loading...
Commenti
    Tags:
    ragazzo autisticoautismoautisticoaslasl rm4santa severaregione lazio
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Coronavirus, Zingaretti altra fregatura: mascherine per 3 mln mai arrivate

    Coronavirus, Zingaretti altra fregatura: mascherine per 3 mln mai arrivate

    i più visti
    i blog di affari
    Coronavirus, Mes: l’Italia fa la fine della Grecia. Precipitiamo nell'abisso
    Di Diego Fusaro
    Italia come Gesù e un giovedi Santo da fare invidia a Giuda.
    La zampata dell'Orso, Marco Giannini
    Ascolti tv, Signorini supera la “prova del fuoco”. Bis dietro l’angolo
    Di Francesco Fredella

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.