A- A+
Roma
Ragazzo gay picchiato e rapinato da baby gang: aggressione omofoba all'Eur

Aggressione omofoba a Roma, quartiere Eur, dove un ragazzo gay è stato rapinato e picchiato da una baby gang di giovani incappucciati.

 

Insultato, colpito con mazze di legno e derubato. È accaduto sabato 30 aprile nel quartiere Eur della Capitale, dove la vittima, un giovane di 24 anni, è stata lasciata a terra dopo l'aggressione di un alcuni minorenni incappucciati. Al termine del pestaggio la baby gang avrebbe inoltre rubato il cellulare del giovane, rendendo pubblico tramite contatti e social network l'orientamento sessuale della vittima e pubblicando frasi offensive. Il ragazzo ha riportato una lesione ed un taglio al mento, denti scheggiati e contusioni su molte parti del corpo.

A rendere pubblico il terribile episodio arriva dal Gay Center di Roma, associazione di supporto per gay, lesbiche e trans, che ha incoraggiato il giovane alla denuncia alle forze dell'ordine di Monteverde: "L´aggressione di sabato è purtroppo solo l´ennesimo episodio di violenza verso un ragazzo gay - dichiara Fabrizio Marrazzo - Responsabile del numero verde Gay Help Line 800 713 713 e portavoce del Gay Center - ogni giorno oltre 50 persone in italia subiscono episodi di omofobia, e per questo abbiamo oltre 20.000 contatti l´anno da tutta Italia al nostro numero verde a Gay Help Line 800 713 713".

 

"Purtroppo, la quasi totalità delle vittime sceglie di non denunciare i propri aguzzini, che spesso sono i propri familiari, i propri compagni di scuola o lavoro - prosegue Marrazzo - I fatti di sabato hanno una chiara matrice omofobica:  il ragazzo è stato aspettato all´uscita di un luogo di incontro gay ed aggredito da un gruppo di minorenni con odio e ferocia, per poi utilizzare il suo cellulare rubato per accedere ai social della vittima per offenderlo pubblicamente. Al ragazzo abbiamo offerto supporto legale e psicologico. Questo grave atto va punito come una vera e propria aggressione di odio, per questo chiediamo al prossimo governo di mettere tra i punti programmatici la legge contro l´omofobia, ed in particolare al Comune di Roma dove sono avvenuti i fatti di riprendere ed incrementare le campagne e le azioni contro l´omofobia che il comune ha sempre svolto negli ultimi 15 anni."

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ragazzogaypicchiatorapinababy gangaggressioneomofobiaeurroma



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Ddl Zan, e se un ragazzo dicesse di essere un coccodrillo?
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ddl Zan affossato, la proposta liberticida coerente con il pensiero unico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.