A- A+
Roma

Martedì mattina erano da poco passate le otto e l’ufficio postale di via Arenula era stato appena aperto al pubblico. Repentinamente uno degli avventori ha bloccato una delle impiegate e, dopo averla minacciata con un coltello, ha chiesto dei soldi alla cassiera più vicina. La paura tra i dipendenti si è trasformata in sgomento quando, guardando bene il rapinatore, hanno riconosciuto in lui, seppure travisato, un noto correntista.
L’uomo si è accontentato delle poche banconote che gli sono state offerte ed è fuggito a piedi. Nel frattempo era già scattato il piano anti-rapina e nell’arco di pochi secondi la filiale è stata raggiunta da una volante della Polizia di Stato. Raccolte le prime testimonianze, gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato Trevi Campo Marzio, si sono avvicinati discretamente all’abitazione del maldestro rapinatore, trovandolo mentre fingeva di dormire nel proprio letto. S.P., 40enne romano, già noto alle forze dell’ordine e sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, ha solo accennato a negare l’evidenza dei fatti. Gli agenti della Polizia di Stato hanno perquisito l’abitazione dove hanno rinvenuto il coltello, gli abiti indossati al momento della rapina ed anche il misero bottino. Al rapinatore – correntista, non è restato altro da fare che seguire gli agenti al Commissariato. Dovrà rispondere di rapina aggravata.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ufficio postalerapina



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Dentro la pandemia, le complessità del mercato del lavoro
Green Pass, non è scienza se censura l'interlocutore
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il New York Times minimizza l'omicidio del ricercatore italiano Davide Giri
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.