A- A+
Roma
Rebibbia, detenuta getta i figli dalle scale: uno è morto, ferito l'altro

Rebibbia, detenuta tenta di uccidere i suoi due figli. Folle gesto nel carcere romano: uno dei due bimbi è morto, l'altro lotta tra la vita e la morte.

 

L'orrore sarebbe avvenuto all'interno della sezione nido, dove sono ospitate i bambini fino a tre anni di età. Attualmente ricoverato in codice rosso all'ospedale Bambino Gesù il figlio di due anni, che lotta tra la vita e la morte. Nulla da fare invece per il più piccolo, un neonato di soli 4 mesi. E proprio dall'Ospedale Pediatrico arrivano notizie tragiche sulle condizioni di salute del piccolo: "Le condizioni sono particolarmente critiche con danno cerebrale severo - recita il bollettino del Bambino Gesù - Il bambino è sottoposto attualmente a supporto rianimatorio avanzato e in ventilazione meccanica. In programma un intervento neurochirurgico. Il paziente è in prognosi riservata”.

Il procuratore aggiunto Maria Monteleone, coordinatore del pool dei magistrati che si occupa dei reati sui minori, è andata in carcere per seguire da vicino i rilievi degli investigatori. La Procura di Roma è pronta ad avviare un'indatige sulla detenuta, una donna di nazionalità tedesca, che verrà probabilmente indagata per omicidio e tentato omicidio.

Secondo quanto si apprende da Askanews la detenuta, in carcere per una cessione di stupefacenti, aveva avuto la conferma della detenzione da alcuni giorni. "Non aveva dato alcun segno di squilibrio. Le ragazze seguite nella sezione nido sono poco più di una dozzina, i bimbi un po’ di più, una quindicina. Ci sono operatori, psicologi, è tutto controllato. La donna comunque non aveva un supporto psichiatrico. Era tutto tranquillo…”. Dal carcere di Rebibbia spiega così uno degli operatori rispetto alla detenuta tedesca che ha aggredito i suoi due figli piccoli. “Era tutto tranquillo - continua - Le donne stavano rientrando in sezione, quasi tutte per il pranzo. Ma ad un certo punto quella ha preso i bimbi e li ha scaraventati a terra. Ha agito quando era su un piccolo pianerottolo di non oltre due o tre scalini. Il suo gesto è stato repentino e di incredibile violenza. Non era successo nulla. Era tutto tranquillo”

 

Commenti
    Tags:
    rebibbiacarcere rebibbiacasa circondariale rebibbiadetenuta tenta uccidere i figli


    Covid Roma: crescono i ricoverati ma la curva dei positivi continua a calare

    Covid Roma: crescono i ricoverati ma la curva dei positivi continua a calare

    i più visti
    i blog di affari
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.