A- A+
Roma
Rifiuti Roma, il Tar commissaria Zingaretti. Dopo 7 anni di blocco, la batosta

Rifiuti Roma nel caos e ora anche la Regione Lazio nel caos: con una mossa a sorpresa il Tar del Lazio ha commissariato la Regione di Nicola Zingaretti, nominando de facto un dirigente del settore Rifiuti.

Per la prima volta il Tar invece che individuare un commissario all'interno della struttura regionale, affida direttamente al ministero per l'Ambiente, nella persona del Direttore Generale della Direzione per i rifiuti e l'inquinamento, “al fine di individuare una rete integrata e adeguata di smaltimento dei rifiuti in ambito regionale”.

A dare la notizia della “batosta per il presidente della Giunta del Lazio, Nicola Zingaretti”, è il consigliere di Fratelli d'Italia, Antonello Aurigemma che spiega: “Sono sette anni che sulle problematiche della questione rifiuti,  la regione Lazio è ferma. In tutto questo periodo, è stata più volte bacchettata dall’ex ministro all’ambiente; poi lo scorso anno è stato approvato il piano regionale dei rifiuti, che non ha minimamente risolto le varie criticità della nostra regione e della città di Roma. Ora, è arrivata la batosta”. La decisione del Tar che prende in contropiede Regione e Ministero, scaturisce da un ricorso della Rida Ambiente, la società di Aprilia guidata da Fabio Altissimi che nel corso degli anni è divenuto uno dei player dello smaltimento dei rifiuti, diretto antagonista di Manlio Cerroni.

“Sono sette anni che sulle problematiche della questione rifiuti,  la regione Lazio è ferma. In tutto questo periodo, è stata più volte bacchettata dall’ex ministro all’ambiente; poi lo scorso anno è stato approvato il piano regionale dei rifiuti, che non ha minimamente risolto le varie criticità della nostra regione e della città di Roma. Questa è l’ennesima dimostrazione dell’inerzia e dell’immobilismo dell’amministrazione Zingaretti, che non è assolutamente in grado di affrontare i veri problemi del Lazio”.

E così da oggi sarà il Ministero a surrogare la scelta degli impianti di smaltimento del Lazio e a ridurre quanto più possibile la transumanza dei rifiuti da Lazio verso le altre regioni italiane con tutto ciò che ne consegue in termini di costi per i romani. A furia di attendere a punire le scelte del Lazio c'è voluto il Tar.

SCARICA E LEGGI L'ORDINANZA DEL TAR

Commenti
    Tags:
    rifiutirifiuti romatar laziotrasumanza rifiutiministero ambientegestione rifiutiromaimpianti trattamento rifiutiantonello aurigemmanicola zingarettipdregione laziorida ambiente


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Sgomberata l'ex Lavanderia di S. Maria della Pietà. “Zingaretti al manicomio"

    Sgomberata l'ex Lavanderia di S. Maria della Pietà. “Zingaretti al manicomio"

    i più visti
    i blog di affari
    La crescente popolarità di Gif e Meme e l'interesse delle aziende
    Dario Ciracì
    La Pandemia non frena i ritocchini, il dr. Manola: “Aumentati del 30%”
    Francesco Fredella
    Nuovo Dpcm, la Pasqua sarà perduta come il Natale con allucinanti lockdown
    L'OPINIONE di Diego Fusaro

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.