A- A+
Roma
Rinvenuti ordigni bellici nel lago di Albano. Ripescate 80 bombe a mano

Trovate 80 bombe a mano risalenti all'ultimo conflitto nel lago di Albano. I Palombari del nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi della Spezia hanno rinvenuto sul fondo del lago di Albano numerosi ordigni bellici tra cui 80 bombe a mano.

 

Le operazioni, iniziate il 30 maggio scorso, si inseriscono nell'ambito dei servizi alla collettività e alla salvaguardia del mare della Marina Militare. Oltre alle bombe a mano, i palombari hanno trovato anche 48 spolette, una bomba da mortaio e 150 proiettili per armi portatili. Gli ordigni sono stati consegnati al Sesto Reggimento Pionieri dell'Esercito Italiano per la successiva distruzione.
A rendere necessarie queste operazioni è stato il progressivo abbassamento del livello delle acque di Albano, che ha riportato alla luce manufatti riconducibili all'ultimo conflitto.  
I Palombari raccomandano a chiunque dovesse imbattersi in uno degli ordigni di non toccarlo o manometterlo, ma di denunciarne la presenza alla Capitaneria di Porto o ai Carabinieri.

Tags:
bombebonificalago di albanolagopalombari



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Disseso verso il nuovo capitalismo terapeutico e dalle tendenze
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, la vita pubblica in mano ai medici
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi auspica stabilità. E lancia il patto sociale per la crescita duratura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.