A- A+
Roma
Roma, allarme centri estivi, LcR: “Dal Comune pochi fondi: la Giunta assente”

Roma, è allarme per i centri estivi. De Santis, Civica Raggi: “I pochi fondi stanziati dalla Giunta sono del tutto insufficienti e il Campidoglio non sembrerebbe volersi assumere una responsabilità ben precisa”.

"La questione centri estivi a Roma sta mettendo in seria difficoltà migliaia di famiglie romane - spiega il consigliere De Santis - i Municipi, di fatto, non dispongono delle risorse necessarie per poter sostenere questo importante servizio per la comunità e, in molti casi, si paventa addirittura una chiusura a fine giugno. L'alternativa, rappresentata dai privati, risulta essere troppo onerosa per le finanze di tanti romani, con costi che arrivano anche a 200 euro alla settimana”.

“Il Campidoglio batta un colpo”

“Risultato - conclude il consigliere - molti bimbi e ragazzi rischiano di non poter fruire di questa opportunità di socializzazione, con conseguenti disagi per i genitori lavoratori alla ricerca di soluzioni altre con costi decisamente contenuti. In tutto questo drammatico bailamme, il Campidoglio non sembrerebbe volersi assumere una responsabilità ben precisa. A tal proposito, auspichiamo un netto e tempestivo cambio di rotta a tutela di una comunità che non può essere abbandonata al proprio destino e di un servizio oramai essenziale per tantissime famiglie romane".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
allarmecampidogliocentri estivicentri estivi romacivica raggicomunefondigiuntaroma






Tor Bella Monaca, rivolta dei pusher contro i lavori: bruciato un furgone

Tor Bella Monaca, rivolta dei pusher contro i lavori: bruciato un furgone


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.