A- A+
Roma
Roma: aumenta il caffè nei bar tra 10 e 20 cent. Referendum tra gli esercenti

Caro tazzina, sul caffé Roma sceglie la via dell'inflazione. Anche se la decisione sarà sottoposta a referendum, entro la fine dell'estate il direttivo dell'Aeper guidato da Claudio Pica ha proposto a tutti i gestori di bar di Roma e Provincia un aumento della tazzina con una forchetta compresa tra i 10 e i 20 cent.

 


Scrive l'associazione in in una nota: “Dopo ampia e dettagliata relazione sulla situazione economica dei Pubblici Esercenti che in questi anni hanno visto negli ultimi 10 anni aumentare ogni voce a loro carico, come ad esempio l’acqua del 150%, l’energia del 170% oppure le occupazioni del suolo pubblico del 200%, l’Associazione ha deciso di dare mandato al proprio Presidente Claudio Pica di “consigliare” a tutti i Pubblici Esercizi di Roma e Provincia un aumento graduale del prezzo della tazzina del caffè, compreso tra i 10 ed i 20 centesimi di Euro. I Dirigenti dell’Associazione ed i propri funzionari commerciali, inizieranno a sottoporre questa decisione a tutti i Pubblici Esercizi che dovrebbe venire adottata nel corso di questi mesi e concludersi dopo l’estate.

Il prezzo della tazzina nelle altre Capitali
E spiega il presidente Claudio Pica: ““Il prezzo medio della tazzina di caffè a Roma è fra i più bassi in Europa. I calcoli del nostro Ufficio studi – dichiara Claudio Pica – hanno evidenziato che a Roma il caffè ha un prezzo più basso perfino di Manila, Guatemala City, Lima nemmeno avvicinabile a Ginevra o Basilea dove può costare anche fino a 3 Euro !!! Sarà mio compito in questi giorni, contattare i torrefattori romani e nazionali per dare avvio a questa operazione che vuole anche portare una maggiore qualità nelle miscele utilizzate in molti bar ma anche per dare formazione ai dipendenti, affinché i nostri clienti sappiano che lo stiamo facendo per dare maggiore qualità anche nei macchinari utilizzati. Inoltre – prosegue il Presidente A.E.P.E.R. – consigliamo che i maggiori ricavi vengano investiti in locali più accoglienti e quindi in lavori di ristrutturazione ed ammodernamento perché vogliamo stare al passo con i tempi (anche per quanto riguarda le reti WI-FI a disposizione dei clienti), in maggiore legalità (mettersi in regola con contributi e pendenze fiscali), maggiore formazione del personale anche per quanto riguarda il rapporto con i clienti e lo studio delle lingue estere ed infine per offrire una maggiore qualità del caffè".

Una campagna di comunicazione ai clienti
"Ci vorrà del tempo – conclude Claudio Pica – e faremo di tutto per dare supporto agli Esercenti romani affinché spieghino questa scelta ai propri clienti in modo corretto e siamo sicuri che si capirà che è una scelta tesa a migliorare il complesso del settore che io voglio faccia un salto di qualità. La concorrenza è molta, all’estero trovo locali belli e accoglienti, Roma può fare da apripista in questa scelta “storica".

Tags:
romacaffèbarcaro tazzinaclaudio picaaperinflazione
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Rifiuti Roma: alleanza tra Ama e Acea, Cremonesi spiazza Zingaretti e l'M5S

Rifiuti Roma: alleanza tra Ama e Acea, Cremonesi spiazza Zingaretti e l'M5S

i più visti
i blog di affari
Caldeggiamo un triplo regalo di compleanno alla memoria di Enzo Tortora
Paolo Brambilla - Trendiest
Scuola,presenza di infermieri e comitato scientifico in ogni città.La proposta
L'opinione di Tiziana Rocca
All’allenatore di calcio serve il portavoce
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.