A- A+
Roma
Roma, crolla il controsoffitto della Procura. Amianto al Tribunale civile

Attimi di paura alla Procura di Roma: il controsoffitto crolla e appare un nido di vespe.


“Imbarazza l’episodio della caduta del controsoffitto nei locali della Procura della Repubblica di Roma, nell’ufficio 415 bis, dove a quanto pare nel crollo è apparso un nido di vespe, ed è stato necessario l’intervento di una squadra specializzata per la disinfestazione” denuncia il sindacato Fsi Usae Funzioni centrali. Una vicenda simile si era già verificata a Piazzale Clodio ad agosto quando il controsoffitto era crollato sulle scrivanie di alcune impiegate dell'Ufficio Scansioni.
Il sindacato ha denunciato anche la presenza di amianto nei pavimenti del Tribunale Civile: “Nella sezione fallimentare è stato scoperto che nella pavimentazione dei corridoi ci sarebbe un composto di materiale nocivo del tipo vinil-amianto”.
Il responsabile della Fsi Usae Luca Bellini ha richiesto un intervento immediato: “Ancora una volta la salute e la sicurezza dei lavoratori viene messa in secondo piano, ciò è intollerabile. Si richiede che chi di dovere intervenga rapidamente rimuovendo le situazioni di pericolo e soprattutto effettuando una costante manutenzione”.

Commenti
    Tags:
    romaprocuratribunale civileamiantocrollocontrosoffittofsi usae







    Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman

    Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman

    
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.