A- A+
Roma
Roma, decine di ragazze spiate in palestra con una webcam nascosta nelle docce

Negli spogliatoi femminili di una palestra di Roma c'era una webcam nascosta. La telecamera ha ripreso decine di donne e ragazze, anche minorenni, che si spogliavano prima o dopo l'allenamento e che poi facevano la doccia. Secondo gli inquirenti sono più di cento i video ripresi.

La webcam era stata nascosta dietro l'orologio a parete appeso sopra gli armadietti nello spogliatoio femminile della palestra, a pochi passi da piazza Re di Roma. La prima denuncia è scattata un mese fa quando una delle clienti ha notato che il titolare trafficava di continuo con quell'orologio che, a suo dire, era sempre rotto. Incuriosita, la donna lo ha controllato scoprendo la telecamera.

Le indagini

Il titolare è stato denunciato. L'uomo, di mezza età, era iscritto da 10 anni alla palestra e l'ha rilevata insieme alla compagna circa un anno fa. Sul caso sta indagando la quarta sezione della Squadra Mobile, insieme a investigatori specializzati nei reati contro donne e minori. Gli inquirenti hanno già ascoltato più 30 testimoni, tutte ragazze e donne che frequentavano la palestra e che potrebbero essere state spiate. Gli inquirenti vogliono scoprire come e dove sono stati utilizzati quei video, soprattutto se questi video siano stati immessi nel web.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
doccedonneminorenninascostapalestraragazzeromaspiatespogliatoiowebcam






Elezioni europee, capolavoro dell'ovvio del Pd Tarquinio: “La pace è meglio”

Elezioni europee, capolavoro dell'ovvio del Pd Tarquinio: “La pace è meglio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.