A- A+
Roma
Roma, dopo le pecore-tosaerba il Comune pensa alle api antismog

Pecore per tosare l'erba e api per combattere lo smog. Il Campidoglio rivela l'ultima proposta ambientalista: una rete di alveari per monitorare la qualità dell'aria.

 

A svelare la nuova iniziativa firmata M5S è stato, in rappresentanza dell'assessorato all'Ambiente, Edgar Meyer insieme alla Federazione Apicoltori Italiani. Il piano del Comune sarebbe coordinare un sistema di piccoli allevamenti di api già esistenti presenti in città,tra cui quello della Fai a Palazzo della Valle, con l'aggiunta di 3 arnie posizionate nella sede dei carabinieri forestali.  Analizzando la qualità del miele, del polline e la salute delle stesse api, si punterebbe così a misurare e monitorare il livello di inquinamento della capitale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
romapecoretosaerbacomuneapismograggim5s



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Covid, nuovi varianti in vista: l'emergenza virale è normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Italia nazione più colpita in Europa dal traffico di identità digitale
Con Enrico Letta c’è il futuro verde del PD e dell’Italia
Mauro Buschini*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.