A- A+
Roma
"Roma fa schifo" denunciato per diffamazione: è la "vendetta" dei vigili

"Roma fa schifo" denunciato per diffamazione. Il Comando del Corpo della Poliza Locale dichiara guerra al noto blog romano, che passa al contrattacco e dichiara: "È censura, ci vogliono far chiudere".

 

Al centro della polemica, che ha portato il Comandante Di Maggio davanti alla Procura, l'ennesimo post di denuncia del blog, che nel commentare la segnalazione di un autobus bloccata dalla sosta selvaggia si è lasciato sfugire una nota forse troppo sarcastica: "Eh forse tutti i nuovi assunti tra i vigili hanno mandato certificato per non lavorare la notte", il tenore del commento. Un fatto evidente non piaciuto alla Polizia Locale, che ha affidato a Facebook la propria risposta: "Non accetteremo altre calunnie che screditano il lavoro e l’impegno dei nostri agenti che quotidianamente operano sulle strade a tutela della cittadinanza - annuncia Di Maggio - È vergognoso che un blog utilizzi le segnalazioni delle persone per esprimere il proprio disprezzo, infangando pubblicamente un Corpo di circa 6000 agenti che ogni giorno svolgono la propria professione con dedizione, mettendosi al servizio dei cittadini". Così i vigili accusano "Roma fa schifo" di "generare odio nei confronti dei tutori della legalità". "Mi impegnerò affinché gli autori di post e commenti diffamatori nei confronti del Corpo vengano perseguiti - si legge ancora nella nota firmata Di Maggio - Già inviate le prime segnalazioni alla Procura della Repubblica".

"Era evidentemente una boutade, ma il Comandante Di Maggio - durante la domenica, come avrà fatto? - ha deciso che era abbastanza per portare tutte le carte in Procura scomodando magistrati, giudici, pubblici ministeri e tutto l'indotto (tanto paga pantalone) e per scrivere un post ai limiti del patetico - risponde il blog - Ma al di là del fatto che il Comando della Polizia Locale non sia riuscito a discernere una vera diffamazione da una iperbole sarcastica, il problema è di metodo".

Una misura definita da Roma fa schifo come "inquietante e surreale", sia "nel metodo che nel merito". Un attacco in piena regola, che cerca di "silenziare il dissenzo, dare addosso (addirittura - leggetevi il post - cercando di insegnarci quale dovrebbe essere il nostro ruolo) all'unica voce di autentica opposizione in una città immersa dalla testa ai piedi in quello che, per assenza di alternative, è un autentico regime". Il blog ha così urlato alla censura, evocando l'ombra di un piano grillino per farlo tacere, e chiedendo ai propri lettori di sostenerne l'attività tramite donazioni volontarie per scongiurare un'eventuale chiusura.

 

polizia locale 2
 

Commenti
    Tags:
    vendettavigiliromapolizia localeroma fa schifodenunciadiffamazione




    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Elezioni Roma, Calenda “ricatta” Zingaretti: “Sì alle Primarie ma senza M5S”

    Elezioni Roma, Calenda “ricatta” Zingaretti: “Sì alle Primarie ma senza M5S”

    i più visti
    i blog di affari
    Al Circolo del Ministero degli Affari Esteri il libro di Carlo Curti Gialdino
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Benotti: il Governo applica il coprifuoco dimenticandosi del territorio
    di Mario Benotti
    Mario Benotti Intervista Pietrangelo Buttafuoco

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.