A- A+
Roma
Roma, gravissimo il neonato rapito dal padre. Il bimbo ha una frattura cranica

E' ricoverato in gravissime condizioni al Policlinico Gemelli di Roma il bimbo di due mesi e mezzo che il padre venerdì sera aveva portato via alla sua ex compagna dopo un litigio.

 

I due erano stati ritrovati dai carabinieri l'indomani in un centro commerciale della capitale. Apparso in un primo momento in buono stato di salute, il piccolo e' risultato poi avere un versamento conseguenza di una frattura cranica, non si sa ancora bene a cosa dovuta.
E il padre, Gianluca Caucci, 21 anni, e' in stato di fermo in carcere a Rebibbia con l'accusa di lesioni gravissime, oltre che essere stato denunciato per sottrazione di minore e lesioni nei confronti della sua ex compagna, una lituana 20enne, che al culmine di un litigio con l'uomo mentre era in strada con il passeggino era stata colpita con un pugno al volto. Dopo averla colpita, il giovane aveva preso il passeggino con il piccolo ed era scappato, facendo perdere ogni traccia per l'intera notte tra venerdì e sabato.
Stando al racconto del giovane, la notte sarebbe trascorsa in una baracca nella zona tra Montesacro e San Basilio, non molto distante dal centro commerciale Porta di Roma dove poi nella tarda mattinata di sabato i due erano stati individuati da una pattuglia dei carabinieri. Il Comando provinciale dell'Arma aveva infatti diramato a tutte le stazioni e pattuglie un messaggio urgente di ricerca per individuare l'uomo e il piccolo.
Erano state lunghe ore di frenetica ricerca quelle dei carabinieri di Monterotondo e Roma, con l'impiego anche di un elicottero, unita' cinofile e volontari. Proprio il fatto che l'uomo non avesse mai prima di allora avuto a che fare con il figlioletto faceva temere che la situazione potesse sfuggirgli di mano, che non fosse cioé in grado di provvedere al primario bisogno del piccolo di essere alimentato con latte.
Caucci ha riferito di aver comprato latte in polvere e fatto mangiare il piccolo. I militari della Compagnia di Monterotondo diretti dal capitano Ferraro stanno appurando dove abbia comprato il latte in polvere: se in una farmacia, e si tratta di individuare quelle di turno in ore notturne, oppure in qualche supermercato, e anche qui nel caso sarebbe avvenuto solo in orario molto avanzato nella serata. I primi accertamenti seguiti al ritrovamento del bimbo non avevano evidenziato problemi, ma quel piccolo ematoma al viso, sotto la regione zigomatica, aveva indotto i militari a disporre accurati accertamenti medici presso l'ospedale Sant'Andrea e da li' poi, una volta riscontrata la frattura e il relativo versamento, la necessita' del trasferimento al Gemelli. Così, dalla denuncia per sottrazione di minore si e' arrivati all'accusa di lesioni gravissime a carico del giovane, con il provvedimento di fermo disposto dalla Procura di Tivoli.

Tags:
neonatoneonato rapitoneonato gravemonterotondopoliclinico gemelliliti familiari
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Altaroma, il messaggio della moda: il bello ci salverà dal baratro economico

Altaroma, il messaggio della moda: il bello ci salverà dal baratro economico

i più visti
i blog di affari
FINANZIAMENTO SOCI - RINUNCIA DEI SOCI ALLA RESTITUZIONE - TASSABILITA'
Referendum, guardate le facce di chi inneggiando al popolo l'ha sempre fregato
L'opinione di Maurizio De Caro
Milano Fashion Week. Al Don Lisander la collezione Stelian Mosor domenica 27
Paolo Brambilla - Trendiest

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.