A- A+
Roma
Roma e il Lazio in crisi: Stefano Parisi a Zingaretti: “Ecco il piano, leggi"

Ricostruire Roma e il Lazio bombardati per anni dalla politica e messi in ginocchio dal Coronavirus, aprendo una Fase 4. Dentro il proclama stavolta c'è la sostanza di un piano strategico nei settori più messi alla prova per anni e a presentarlo non poteva che essere un manager prestato alla politica: Stefano Parisi.

Stefano Parisi alla Regione Lazio è decisamente un uomo fuori posto. Pacato, ordinato competente, mai una parola fuori posto e uno sforamento dei decibel stabiliti dal manuale del bene educato si è messo al lavoro in questi mesi di pandemia e alal fine ha sintetizzato un progetto attuabile per uscire da 11 anni di commissariamento della Sanità, da una gestione caotica ed emergenziale dei rifiuti e mettere mano ad un vero piano per infrastrutturare il Lazio e dare una mano a Roma.

Superata l'analisi della crisi della regione di Roma, il manager parte da un assunto: stanno arrivando i soldi della Ue per l?italia e il Lazio non ha ancora un progetto da presentare. Lo scrive e lo illustra, spiegando con una nota critica ma non polemica che il Lazio e Zingaretti sino ad ora hanno attino a piene mani dai fondi dello Stato e dal bilancio regionale, per allargare i cordoni della borsa e aprire una serie di finanziamenti col solito vizio della politica: scarsissima pianificazione generale e più o meno tutti contenti e qualche immancabile scontento.

 

IL VIDEO

Invece il segreto per Ricostruire è cogliere l'occasione della disponibilità finanziaria e presentarsi con obiettivi certi e un cronoprogramma credibile. Magari con l'opposizione che abbandona la barricata e l'insulto facile e partecipa alla realizzazione del piano.

Spiega Parisi: "La Regione Lazio e la città di Roma sono state colpite dal lockdown in un momento di estrema debolezza economica, sociale, istituzionale. Il crollo del PIL previsto a livello nazionale (-12,8% secondo il FMI) può avere effetti devastanti nella nostra regione. Investimenti già finanziati e mai realizzati, denaro che deriva dai recenti provvedimenti del Governo, oltre alle molte risorse che possono arrivare alla Regione dall’UE (Next Generation UE, MES e riprogrammazione dei Fondi UE), rappresentano un’opportunità irripetibile per frenare il tracollo del PIL e accelerare la ripresa".

E poi il messaggio a Zingaretti, segretario del Pd e presidente di Regione: “Credo che in questo momento sia necessaria la collaborazione istituzionale. Vorremmo sederci intorno a un tavolo, altrimenti si faranno carico di una grossa responsabilità per le future generazioni”.

Tradotto: il soldi che arriveranno nel Lazio e che magari non verranno usati, saranno il debito che questa generazione di amministratori lascerà per i prossimi 30 anni.

SCARICA E LEGGI IL PIANO DI STEFANO PARISI PER IL LAZIO E ROMA

Loading...
Commenti
    Tags:
    romalazioregione laziocentrodestra romacentrodestra laziostefano parisinicola zingarettisanità laziorifiuti laziotermovalorizzatori lazioricostruire romaparisiraggiinfrastrutture laziofondi uerecovery fundmes


    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Comunali Roma, il dato è tratto: contro Raggi, in campo Bertolaso e Calenda

    Comunali Roma, il dato è tratto: contro Raggi, in campo Bertolaso e Calenda

    i più visti
    i blog di affari
    Equità e cure, Intelligenza Artificiale in guerra, borse di studio, nuove app
    Boschiero Cinzia
    Chiuse 300.000 aziende, aperte 85.000: un aiuto per sopravvivere al Fisco
    Gianluca Massini Rosati
    Il grande cuore di Aviva Wines, ecco l’iniziativa solidale con Fedez
    Francesco Fredella

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.